Scuola-lavoro in Lamborghini, accordo innovativo


Lamborghini stipula un accordo sull’alternanza scuola-lavoro che soddisfa i sindacati e anche gli studenti, che proprio in questi giorni stanno protestando per come viene gestita l’alternanza nella maggior parte dei casi. L’accordo prevede che i contenuti dei progetti di alternanza siano strutturati in coerenza con il percorso formativo e senza trascurare le aspettative dello studente; che la progettazione dei percorsi di alternanza sia condivisa; che le convenzioni tra scuole e
azienda vengano esaminate preventivamente all’interno della Commissione Tecnica “Formazione e Inquadramento” (composta in modo paritetico da delegati sindacali e figure individuate dal management); che si aggiunga la partecipazione attiva delle rappresentanze degli studenti nella progettazione dei piani di offerta formativi delle scuole; che le studentesse e gli studenti coinvolti operino esclusivamente in affiancamento e/o con la supervisione di personale qualificato, non configurandosi in alcun modo la sostituzione di personale aziendale; che i percorsi siano completamente gratuiti (con fornitura a carico azienda delle divise da lavoro,
del materiale didattico, di eventuali dispositivi di protezione individuale necessari ad accedere ai reparti produttivi, del servizio mensa, ecc…); che la Commissione Tecnica “Formazione e Inquadramento” esamini annualmente la mappatura
delle aree aziendali disponibili ad ospitare progetti di alternanza e che in tale commissione vengano comunicati, preventivamente, gli ingressi in azienda di studenti in alternanza; che siano organizzati momenti di incontro delle studentesse e degli studenti in alternanza con il sindacato, anche per approfondire il modello di relazioni industriali; che ogni studente sia seguito da un “tutor in affiancamento” (lavoratori di Automobili Lamborghini individuati ad hoc e che riceveranno anche una specifica formazione) in rapporto uno a uno; che ciascuno studente, al termine del percorso, elabori una valutazione dell’esperienza vissuta in azienda, in riferimento alle competenze acquisite e alle rispondenze del percorso di alternanza a
quanto preventivamente progettato.
E’ un accordo molto dettagliato, che dimostra come sia possibile realizzare progetti (anche co-progettati) di alternanza scuola lavoro.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet