Scuola, in piazza a Bologna la protesta anti Gelmini


19 FEB. 2010 – Sono arrivati a gruppi e in poco tempo hanno riempito piazza del Nettuno. Sono le centinaia di studenti delle scuole superiori che stamattina si sono dati appuntamento per manifestare contro i provvedimenti targati Gelmini e che rivoluzioneranno gli orari e gli organici a partire dal prossimo anno scolastico. Il corteo di stamattina è stato l’atto conclusivo delle occupazioni delle ultime settimane in diversi istituti della città tra cui il liceo Copernico, il Pacinotti, e il Minghetti. Partiti da piazza Nettuno intorno alle 9 e 30 la manifestazione si è snodata per il centro con una sosta davanti all’ufficio scolastico regionale dove hanno parlato anche alcuni insegnanti precari. Il corteo si è poi concluso in piazza Santo Stefano.Più scuola pubblica e meno scuola privata. Un’istruzione accessibile a tutti. Maggiori investimenti e non tagli. Queste le richieste degli studenti che si sentono figli di un dio minore rispetto i loro coetanei di altri paesi europei come la Francia o la Germania. Stati che messo tra le loro priorità per uscire dalla crisi grandi investimenti nella scuola.La protesta anti Gelmini non si esaurisce con l’appuntamento di oggi. Per i prossimi giorni il collettivo delle scuole superiori bolognesi sta preparando altre iniziative e sta cercando di organizzare un grande corteo che riunisca Bologna agli studenti di tutta Italia.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet