Scuola. “Garantire scrutini e esami”


4 GIU. 2012 – Almeno 219 scuole inagibili, parzialmente inagibili o destinate ad altro uso. Circa cinquantamila studenti interessati. E questo al netto della scossa di ieri sera, che però dovrebbe aver colpito edifici già inutilizzabili. Sono i numeri degli effetti del sisma sul mondo della scuola emiliano-romagnola illustrati dall’assessore regionale all’Istruzione, Patrizio Bianchi, e dal dirigente facente funzione dell’Ufficio scolastico regionale, Stefano Versari. Numeri dai quali partirà la riorganizzazione delle ultime attività dell’anno scolastico e della ripartenza del prossimo. La priorità è stata data agli scrutini. Per questo sarà fatta richiesta alla Protezione civile di container ad uso aule. Dove sarà possibile, gli scrutini saranno svolti in scuole limitrofe non colpite dal sisma. Per la decisione sulle modalità di svolgimento degli esami di Stato e di maturità, si aspetta invece il decreto del governo che delegherà all’ufficio regionale eventuali variazioni di tipo organizzativo. Bianchi ha sottolineato come la seconda scossa, quella del 29 maggio, ha prodotto sull’edilizia scolastica tre volte il danno della precedente. Squadre di tecnici di quattro università regionali stanno facendo sopralluoghi per valutare il da farsi edificio per edificio.Qui il comunicato della Regione IN ALCUNI COMUNI ANNO SCOLASTICO FINITOIl sindaco di Sassuolo ha firmato l’ordinanza per la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, su tutto il territorio comunale, fino al 9 giugno compreso. Si chiude, di fatto, l’anno scolastico sassolese, per evitare ulteriori disagi a famiglie e studenti. Ancora da valutare i termini dello svolgimento degli esami di terza media e maturità. In corso le verifiche in tutti gli edifici. Stessa decisione è stata presa dal sindaco di Maranello: scuola finita per tutti, aperti invece da domani, martedì 5 giugno, nidi e materne. Anno scolastico finito a Fiorano, sperano di riaprire nidi e materne l’11 giugno. Stessa cosa a Formigine, materne e nidi potrebbero riaprire dopo le verifiche. A Vignola niente più lezioni, ma da domani riaperti nidi e materne. A Modena scuole chiuse domani, si sta valutando per i giorni successivi.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet