Scoppio in un’abitazione nell’imolese, grave una coppia di romeni


IMOLA (BO), 23 FEB. 2009 – Una coppia di romeni è rimasta gravemente ferita in un’esplosione avvenuta in mattinata in un’abitazione di Borgo Tossignano, nell’imolese. Lo scoppio, cui è seguito un incendio, sarebbe stato provocato da una fuga di gas, ma le cause precise non sono ancora state chiarite. Per questo la polizia, intervenuta insieme ai vigili del fuoco, ha posto sotto sequestro l’alloggio, di proprietà di un italiano. Dopo l’esplosione, avvenuta intorno alle 7, i due romeni sono stati soccorsi da un vicino, che li ha accompagnati all’ospedale di Imola. I due, che pare lavorino nella zona come braccianti agricoli, sono subito stati trasferiti in centri ustionati. Ad avere la peggio è stato l’uomo, 36 anni, ricoverato in prognosi riservata a Parma con bruciature sul 50% del corpo. Meno preoccupanti le condizioni della donna, che ha 37 anni, portata al "Bufalini" di Cesena: se la caverà in trenta giorni.E’ stato il provvidenziale intervento di un vicino di casa a salvare i due romeni, avvolti dal fuoco dopo essere essere stati investiti dalla violenta fiammata che si era sviluppata nella cucina dell’appartamento, dove i conviventi abitano da non molto tempo. I danni alle strutture, sulle quali anche i tecnici di Hera hanno compiuto accertamenti, non sarebbero ingenti.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet