Sciopero della scuola, la Flc-Cgil ringrazia per l’alta partecipazione


REGGIO EMILIA, 24 MAR. 2009 – Uno degli scioperi più riusciti degli ultimi tempi, dopo quello del 30 ottobre 2008. Così la Flc-Cgil di Reggio Emilia considera la mobilitazione di mercoledì scorso, 18 marzo. In una nota il sindacato ringrazia tutti i lavoratori della scuola, Docenti, Ausiliari, Tecnici e Amministrativi per la massiccia partecipazione, nonostante la fase di crisi economica abbia reso la scelta di perdere una giornata di lavoro particolarmente gravosa.“Dai dati quasi definitivi dell’Ufficio Scolastico Provinciale – si legge nel comunicato -, 2492 lavoratori del comparto su 6558 (il 38%) ha incrociato le braccia per protestare contro la distruzione della scuola pubblica. Una percentuale superiore a quella che i primi dati delle scuole campione hanno fatto pensare e che si attestava intorno al 35%. Questo dato, insieme a quello del rifiuto quasi totale dei genitori delle classi prime del modello Gelmini-Tremonti che mira al risparmio a scapito della qualità, ci conferma che la maggioranza del Paese è con noi nel contrastare la politica dissennata del governo in materia di Istruzione e Formazione.”La Flc-Cgil reggiana ricorda, concludendo, che “le iniziative di mobilitazioni non sono assolutamente concluse, a breve si concluderà la consultazione sul Nuovo Modello Contrattuale e la CGIL tutta sta preparandosi alla grande manifestazione nazionale, al Circo Massimo di Roma, del 4 aprile.”

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet