Sciopero Cgil: è la voltadi Sassuolo e Mirandola


©Trc-TelemodenaMODENA, 5 APR. 2012 – Un lungo corteo partito da Emilceramica con destinazione Confindustria, bandiere, fischi, slogan per dire no alla riforma del mercato del lavoro presentata dal governo Monti. Due i cortei organizzati dalla Cgil, uno nel distretto ceramico, l’altro a Mirandola, bacino del biomedicale. Articolo, 18, ammortizzatori sociali i punti della riforma maggiormente contestati. Circa 5000, secondo la Cgil i lavoratori che hanno preso parte ai due cortei, tra questi anche iscritti a Cisl e Uil. E se il sindacato mostra una parziale apertura verso la riforma approvandone alcuni punti come il reintegro per i licenziamenti economici, la centralità del contratto indeterminato e il maggior costo per quello a tempo determinato, tanti rimangono gli aspetti contestati.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet