Sciopero alla Motori Minarelli contro i 60 esuberi


BOLOGNA, 1 LUG. 2013 – Prima il presidio dei lavoratori e poi le assemblee in sciopero dei dipendenti della Motori Minarelli questa mattina nello stabilimento di Calderara di Reno. Le iniziative sono state indette da Fim-Cisl e Fiom-Cgil vista l’intenzione della Motori Minarelli, di proprietà Yamaha, di aprire una procedura per 60 esuberi a Calderara. "Un’adesione totale (100%) dei dipendenti alle assemblee ed al presidio odierno" ha spiegato Roberta Castronuovo della segreteria Fim Area metropolitana bolognese. "Abbiamo proclamato – ha aggiunto – un pacchetto di otto ore di sciopero, di cui quattro in presidio, che si terrà l’8 luglio, davanti alla sede di Unindustria, a Bologna, in via San Domenico 4, alle 14.30, in concomitanza dell’incontro tra le parti". In quelle occasione, spiega la Fiom, i sindacati porranno all’azienda di utilizzare tutti gli strumenti alternativi al licenziamento, primo fra tutti il contratto di solidarietà.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet