Scarpe: non è più verde la valle di Coriano


in collaborazione con Teleromagna11 APR. 2009 – Anche il settore delle calzature non è immune dalla crisi. La conferma di ciò arriva dall’accordo raggiunto per il ricorso alla cassa integrazione straordinaria per 50 dei 250 dipendenti del calzaturificio Valleverde di Coriano. Il ricorso alla cassa integrazione, spiegano i sindacati, si è reso necessario al fine di scongiurare l’eventualità che gli esuberi si trasformassero in licenziamenti a causa della grave situazione di mercato e della conseguente riduzione delle commesse. La cassa integrazione inizierà lunedì 20 aprile e non potrà durate oltre un anno. Sempre secondo i sindacati, però, la soluzione adottata non risolve definitivamente le problematiche strutturali che l’azienda presenta e che la crisi ha ulteriormente amplificato. La Valleverde deve perciò investire per rimanere competitiva sui mercati futuri e non far pagare il prezzo della crisi ai lavoratori.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet