Scandiano brinda alla chiusura della discarica di Rio Riazzone


SCANDIANO, 21 FEB. 2009 – Il Sindaco di Scandiano Angelo Giovannetti lo aveva promesso ai cittadini durante le numerose assemblee che si sono tenute a San Ruffino negli ultimi anni: “Brinderemo insieme alla chiusura della discarica di Rio Riazzone prima della fine del mio mandato”. E quel brindisi si è tenuto questa mattina, sabato 21 febbraio, alle ore 11 nei locali del Circolo ‘Dei Colli’ di San Ruffino.La discarica ha infatti cessato la propria attività lo scorso 31 dicembre come era stato assicurato anche dall’Amministrazione provinciale e da Enìà e da quasi due mesi nessun tipo di rifiuto viene conferito a Rio Riazzone. All’incontro pubblico erano presenti, oltre al Sindaco Giovannetti, anche la Presidente della Provincia Sonia Masini e l’ingegner Nino Simonazzi di Enìa. Un modo dunque per condividere con i cittadini l’ottenimento di questo importante risultato, reso ancor più significativo dal fatto che la capacità residua della discarica avrebbe consentito di posticipare la chiusura almeno di un altro anno. Provincia, Enìa e Comuni di Scandiano e Castellarano hanno però deciso di mantenere la parola data ai cittadini, chiudendo l’impianto alla fine del 2008 al termine di un percorso condiviso e partecipato.A questo punto l’impianto sarà sottoposto ad interventi di manutenzione e ripristino in quanto è previsto che sull’area venga effettuato un idoneo recupero agrovegetazionale che consentirà di recuperarne i caratteri di naturalità: inoltre, per una parte dell’area, la Provincia sta valutando interventi di valorizzazione anche attraverso l’installazione di pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili. Anche con la fine del conferimento di rifiuti, continuerà comunque, per un periodo di almeno trent’anni, il monitoraggio di tutti i parametri ambientali da parte dal gestore e di Arpa, per garantire che anche durante la gestione post-operativa la discarica mantenga i requisiti di sicurezza ambientale e sanitari previsti dalla normativa.“I cittadini di San Ruffino – ha spiegato il Sindaco Angelo Giovannetti – sanno bene quanto è stato lungo il percorso che ha portato alla chiusura della discarica. Ma amministrazione, Provincia ed Enìa hanno mantenuto la parola data e ora possiamo finalmente brindare come promesso. Per questo risultato voglio ringraziare, in particolar modo, la Presidente Sonia Masini. Non capita spesso di avere a che fare con persone che mantengono i propri impegni. Sonia Masini appartiene invece a questa categoria di amministratori pubblici”.La parola è poi passata a Nino Simonazzi che ha spiegato come verrà monitorata e gestita d’ora in avanti l’area che ospita la discarica e infine ha parlato Sonia Masini ringraziando “i cittadini, Enìa e le Amministrazioni coinvolte per lo sforzo nel far convergere diverse esigenze verso un unico importante risultato. Segno che dalle nostre parti le promesse si mantengono e che c’è sempre spazio per il dialogo e la condivisione. Ognuno si è preso le proprie responsabilità e ha agito nell’interesse della comunità così come si deve sempre gestire una questione così delicata come quella dei rifiuti”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet