Scalata Antonveneta, i pm chiedono 3 anni per Consorte


24 FEB. 2011 – E’ arrivata ieri sera, da parte dei pm di Milano Eugenio Fusco e Gaetano Ruta, una richiesta di condanna per l’ex presidente di Unipol Giovanni Concorte a 3 anni di reclusione e per il senatore Luigi Grillo a 2 anni e 1 mese. I due sono imputati al processo sul tentativo di scalata ad Antonveneta da parte di Bpi.I pm hanno inoltre chiesto ai giudici della seconda sezione penale del tribunale di Milano di condannare Giovanni Consorte a un milione di euro di multa. Riguardo all’ex numero due di Unipol, Ivano Sacchetti, la pena richiesta è stata anche per lui di 3 anni di reclusione e di un milione di multa. Quanto a Luigi Grillo, oltre alla condanna di 2 anni e 1 mese, è stata chiesta una multa di 61 mila euro. In aggiunta, sono state chieste pene che vanno da un anno e due mesi e mille euro di multa per l’allora consulente finanziario Bruno Bertagnoli, passando da un anno e otto mesi e 150 mila euro di multa per l’immobiliarista Luigi Zunino, fino ai 6 anni e 12 mila euro di multa per Francesco Ghioldi, allora procuratore di diverse società off-shore legate alla Compagnia Fiduciaria Nazionale. Pesanti sono state anche le richieste di confisca, in particolare agli imputati che fanno parte del cosiddetto gruppo dei lodigiani, per i quali la richiesta di pena è stata di un anno e sei mesi. Tra queste ci sono 12,7 milioni di euro a Carlo Baietta, 10,7 milioni a Luigi Gallotta, 6,4 milioni a Gianpiero Marini, 4,9 milioni a Luigi Pacchiarini, 3,6 milioni a Marcello Angelo Dordoni e 3,3 milioni a Giuseppe Ferrari Aggradi. Le cifre della confisca sono al lordo e vanno ridotte del 12,5%.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet