Sassuolo cambia bandiera, vince il centrodestra


SASSUOLO, 22 GIU 2009 – Una sconfitta in qualche modo storica quella del centrosinistra a Sassuolo, capitale del distretto ceramico, stretta tra crisi economica e "emergenza" sicurezza. Un’emergenza gestita con il pugno di ferro dal sindaco Pd, ex democristiano, il primo non comunista a conquistare la cittadina modenese.Il centrodestra ha vinto la sua battaglia. Luca Caselli (Pdl proveniente dalle fila di Alleanza nazionale) è sindaco con 10.204 voti contro i 10.064 del Pd Graziano Pattuzzi. Adesso dovrà vedersela con i problemi concreti della città, nella gestione quotidiana, dove le urla contano poco e vanno prese decisioni complesse. Nei giorni scorsi tutti i big del Partito democratico, dal fondatore Romano Prodi a Pierluigi Bersani si erano schierati a favore del sindaco uscente. Usando come argomento propio la competenza e l’esperienza di Pattuzzi nell’amministrazione pubblica. I sassolesi hanno scelto il nuovo che avanza, adesso vedremo di cosa sarà capace.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet