La sassolese Gibertini vice-presidente di Assohotel E-R


Anche una modenese ai vertici di Assohotel Emilia Romagna. Si tratta di Gabriella Gibertini, imprenditrice turistica di Salvarola Terme, già Presidente Assohotel Modena, che ha assunto il ruolo di vice presidente regionale. È stata designata dopo che l’assemblea elettiva dell’Associazione, che raccoglie gli albergatori emiliano romagnoli aderenti a Confesercenti, radunatisi nei giorni scorsi a Bologna ha eletto il nuovo presidente Filippo Donati. Gibertini, è amministratore delegato di una delle strutture ricettive più in vista della provincia l’Hotel Terme Salvarola, la cui notorietà per l’elevata qualità in termini di ospitalità ha riscontri positivi sia in ambito nazionale che internazionale.

 
L’assemblea che ha visto la presenza, fra gli altri, dell’Assessore al Turismo della Regione Emilia-Romagna, Maurizio Melucci del direttore del Ciset-Cà Foscari di Venezia (Centro Internazionale di Studi sull’Economia Turistica), Mara Manente e del Direttore di Confesercenti Emilia Romagna, Stefano Bollettinari, ha posto l’accento su diverse priorità per il settore, tra le quali: lotta alla burocrazia che frena l’innovazione delle strutture, la necessità di interventi a sostegno degli investimenti delle imprese per il miglioramento delle strutture e dell’offerta; la semplificazione di molte normative, come quella in materia di prevenzione degli incendi, a favore delle piccole imprese; la lotta a ogni forma di abusivismo e concorrenza sleale.

 

 

“In un momento delicato come quello che stiamo attraversando – ha voluto sottolineare Gabriella Gibertini – è importante che diventi decisiva la formazione degli imprenditori del turismo su diversi fronti: formazione sull’utilizzo complessivo e più avanzato del web, elemento ormai decisivo per essere competitivi e visibili sul mercato nazionale e internazionale. Ma altresì sull’accoglienza, sulle competenze linguistiche e culturali, tutte componenti che rendono capace l’operatore di rispondere alle richieste del turista. Quanto all’offerta turistica, deve essere colmata di contenuti volti all’integrazione delle eccellenze del nostro territorio. Sono necessarie strategie per valorizzarla e promuoverla sia a livello nazionale che internazionale, con una visione di insieme capace di offrire diverse opportunità al turista curioso ed esigente”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet