“Saremo ambiziosi e pazienti”. A Correggio il sindaco Marzio Iotti insedia la giunta


30 GIU 2009 – Si è tenuta la prima seduta del Consiglio Comunale a Correggio, nel corso della quale si sono ufficialmente insediati i nuovi Consiglieri: per il Partito Democratico Capogruppo Marzia Cattini, Consiglieri Marco Menozzi, Gabriele Santi, Fabrizio Pelosi, Fabio Testi, Giorgia Vergnani, Davide Folloni, Daniele Zini, Dino Storchi, Gianfranco Pellacani, Gabriele Moroni, Carlo Casoli e Claudia Bovini; per la lista Di Pietro – Italia Dei Valori Consigliere Edoardo Porta; per il Popolo Della Libertà Capogruppo Gianluca Nicolini, Consiglieri Andrea Nanetti e Maddalena Nicolini; per la Lega Nord Consigliere Davide Magnani; per la lista Correggio Al Centro Consigliere Enrico Ferrari; per il Forum Per Correggio Consigliere Antonio Rangoni. Eletti Presidente del Consiglio Comunale Dino Storchi e Vicepresidente Davide Magnani. Nel corso della seduta il Sindaco Iotti ha comunicato la composizione della Giunta Comunale, che vede confermati gli assessori uscenti Emanuela Gobbi (ora Vicesindaco e delegata ai temi della Scuola e formazione permanente, Bilancio e Patrimonio, Sport), Paolo Pozzi (delegato alla Programmazione territoriale, Edilizia Privata, Innovazione economica e sviluppo sostenibile, Agricoltura) e Marcello Bulgarelli (delegato ai Lavori Pubblici) ai quali si affiancano Federico Bartolotta (Stato civile, Partecipazione, Diritti e doveri di cittadinanza) Rita Carrozza (Cultura, Promozione del Territorio e Commercio) e Maria Paparo (Politiche Sociali, Politiche Giovanili). Il Sindaco ha mantenuto in prima persona le deleghe alla Sanità, al Personale, alla Protezione Civile e alla Qualità Urbana.Confermato alla guida della città con quasi il 65% delle preferenze, Iotti ha dato ieri lettura degli indirizzi programmatici del suo mandato: tenuto conto del periodo difficile che viviamo “saremo comunque ambiziosi, ambiziosi e pazienti, saremo innovatori con equilibrio” ha affermato Iotti. “Più che ottimismo predicato e quasi imposto, occorre coraggio, capacità di mettersi in discussione e di rinnovarsi. Serve lavorare insieme, fare riferimento ad una responsabilità plurale e condivisa.”Il Sindaco ha proseguito descrivendo il progetto di città a cui già dallo scorso mandato si è cominciato a lavorare: una città dove la crisi in atto, aggravata dalle risposte insufficienti del governo centrale a partire da quelle in materia di finanza e autonomia locale, non deve distrarre l’attenzione dalla qualità della vita e dell’ambiente, una città che non esclude, che promuove la cultura della legalità, della sicurezza e della sostenibilità, una città che valorizza il proprio patrimonio ambientale, storico-artistico e di conoscenze. “Una città che sia Comunità educante” ha sintetizzato Iotti. A esprimere sostegno alla campagna in favore del rispetto dei diritti in Iran, la maggioranza dei Consiglieri Comunali ieri indossava un braccialetto verde al polso.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet