Sarah Jane Morris e Mundus si ritrovano a Carpi


CARPI (MO), 26 LUG. 2010 – Prosegue con il ritorno della grandissima e potente voce di Sarah Jane Morris la rassegna musicale Mundus, che anche in questa sua quindicesima edizione propone concerti davvero interessanti e coinvolgenti con le musiche di tutto il mondo, oltre che quelle della tradizione italiana. L’appuntamento con la cantante inglese è stasera nel piazzale Re Astolfo di Carpi, una delle tante piazze, palazzi storici e cortili della provincia reggiana che richiamano un folto pubblico anche dalle zone limitrofe.Questa è la seconda esibizione della Morris, che dopo il concerto in trio tenuto a Soliera pochi giorni fa con un grande successo di pubblico e diversi bis richiesti e ottenuti, si ripresenta a Carpi con un quintetto composto da Kevin Armstrong (chitarra), Tony Remy (chitarra), Henry Thomas (basso) e Russell Field (batteria). L’ingresso al concerto è libero, l’inizio è fissato per le ore 21.30.Sarah-Jane Morris, una delle più raffinate e meno formali cantanti degli ultimi anni, sempre in bilico tra ossequio alla tradizione e desiderio di esplorare nuovi territori musicali, celebra il concetto di libertà usando il linguaggio che le è più congeniale, quello della musica, accostando ritmi jazz, rock e africani. Le 13 nuove canzoni che presenta in questa occasione fanno parte del nuovo album "Where it hurts" pubblicato nel 2009 dalla etichetta Nun Records. La maggior parte delle canzoni sono state scritte in collaborazione con il chitarrista Dominic Miller (da sempre al fianco di Sting) ed il percussionista Martyn Barker. Una voce che sa provocare brividi di passione e di piacere: si innalza e discende, sensuale e sofisticata, graffiante e raffinata. Questa voce insomma, più che uno stile, è una forza della natura. Che canti canzoni romantiche, standard soul o fumosi blues, il messaggio dell’artista rimane costante: una passione umana trasmessa da una voce che lascia stupefatti.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet