Sanremo, un’altra edizione nel segno dell’Emilia-Romagna


18 FEB. 2009 – L’Emilia-Romagna e Sanremo, un binomio indissolubile, fin dai tempi della prima edizione, quella del lontano 1951. A vincerla fu la bolognese Nilla Pizzi che fece il bis l’anno successivo portandosi a casa anche il primo premio della seconda edizione. Anche l’edizione numero tre fu vinta da un bolognese, Giorgio Consolini, così come la quarta da una ferrarese, Carla Boni.Quella iniziata ieri sera è la numero 59. Tra i grandi ritorni c’è l’“Acquila di Ligonchio” Iva Zanicchi che però non ce l’ha fatta. Non è passata alle fasi finali, nonostante la sua storia quarantennale di partecipazione al Festival che ha vinto tre volte calcando ben dieci volte quel palcoscenico. Per Iva rimane la speranza del ripescaggio di domani. Nella prima serata di Sanremo si è rivisto anche un altro artista emiliano doc: il modenese di Formigine Paolo Belli che ha superato la prima prova esibendosi insieme a Pupo e aYussun’N Dour. Nella loro ballata “L’opportunità” i temi dell’accoglienza e della solidarietà. Stasera è la volta della nuova proposta emiliana Iscra Menarini di San Felice sul Panaro che nelle prossime serate duetterà anche con Lucio Dalla con cui collabora da anni.Dalla Toscana, ma figlia d’arte del bluesman reggiano Zucchero, arriva invece Irene Fornaciari che, dopo essere stata scartata un paio di volte, finalmente ce l’ha fatta a debuttare a Sanremo. Chissà se il festival le porterà fortuna come ha fatto col padre che nel 1985 cantò “Donne”, arrivando al penultimo posto in classifica ma in cima alle hit dei dischi venduti. Più o meno la stessa sorte che era toccata due anni prima a Vasco Rossi con “Vita spericolata”, uno dei brani che ha fatto la storia di Sanremo. Un debutto che ha coinciso con la vittoria del festival, a differenza di quelli di Vasco e Sugar Fornaciari, è stato quello di Laura Pausini nel ’93 quando la ravennate esordì arrivando prima con “La solitudine”. Tra gli altri emiliano romagnoli che hanno lasciato il segno a San Remo come non ricordare Orietta Berti, Caterina Caselli, Lucio Dalla. Ma anche Dodi Battaglia con i Pooh, i Nomadi e Milva che dopo aver calcato il palco per la prima volta nel ’61 è tornata a Sanremo nel 2007.Radioreggio a SanremoSono sei al giorno i collegamenti che RadioReggio effettua fino a domenica con gli inviati al Festival della canzone italiana. Il bello viene alla notte dalle 23 alle 2.30. In queste ore si parla non solo di musica ma anche di gossip.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet