Sanità, difficoltà in aumento per le casse dell’ER


11 APR. 2012 – I conti della sanità emiliano romagnola rischiano di ammalarsi, e gravemente anche. Attualmente sono in difficoltà per la mancata copertura del finanziamento governativo sui ticket. A dirlo è l’assessore regionale Carlo Lusenti, che ieri in commissione in Regione ha quantificato in 61 milioni gli euro che sarebbero dovuti arrivare nelle casse regionali. Peccato che sia arrivato solo il 40% del contributo previsto. A livello nazionale, inoltre, le risorse sono destinarsi a ridursi notevolmente. "In questo triennio – ha spiegato in una nota Lusenti – secondo tre distinte manovre finanziarie, verranno meno 17 miliardi di risorse per il sistema sanitario nazionale. A queste si aggiungeranno, fatto ancora più grave, due miliardi di euro di ticket a partire dal primo gennaio 2014. Questi interventi – ha sottolineato – possono davvero essere insostenibili per il sistema sanitario nazionale e regionale".Nel 2012, osserva ancora Lusenti, "di fronte ad un incremento del 2% delle risorse per l’Emilia-Romagna si registra, in negativo, un aumento dei costi del 3,5%; l’obbligo di copertura degli ammortizzatori non sterilizzati (160 milioni) e la mancata copertura del finanziamento governativo (61 milioni) sui ticket (nella casse regionali è entrato solo il 40% del finanziamento previsto), senza contare il possibile aumento dell’Iva sui prodotti (farmaceutici e tecnologici) acquistati dalle Aziende sanitarie".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet