San Marino, summit con Errani su aeroporto Rimini


Un’ora e mezza di faccia a faccia col presidente dell’Emilia-Romagna, Vasco Errani, con l’obiettivo di rilanciare il patto di collaborazione siglato un anno fa. A rappresentare il Titano c’erano i segretari di Stato per gli Affari esteri, il Territorio e gli Affari interni, cioè rispettivamente Pasquale Valentini, Antonella Mularoni e Gian Carlo Venturini, partiti per Bologna appena conclusa la riunione di Governo di questa mattina. “Abbiamo affrontato alcune urgenze che ci vedono necessariamente in collaborazione”, dice Valentini al termine dell’incontro con Errani. In cima alla lista delle priorità c’è l’aeroporto di Miramare, “a cui noi teniamo moltissimo”, sottolinea il segretario agli Esteri. “La novità? E’ che vogliamo tutti la stessa cosa, cioè che sia un aeroporto che possa funzionare in sinergia tra la Repubblica di San Marino, la Regione Emilia-Romagna e Rimini. Si tratta in questo momento di mettere insieme tutte le risorse e tutte le opportunità perchè questo possa accadere”. Ma si è parlato anche di traffico e viabilità, tema che verrà però riproposto in maniera più specifica in un successivo incontro.

 

Mularoni, a proposto dell’ipotesi di ripristinare un collegamento ferroviario con San Marino, resta più che cauta: “tutte le ipotesi sono sul tavolo, per carità. Ma oggi sia l’Italia che San Marino devono fare anche i conti economici e quindi valuteremo la proposta che possa essere la migliore sia dal punto di vista del risultato ottenuto ma anche di compatibilità con le risorse disponibili”. La Regione Emilia-Romagna parla di un clima “positivo e costruttivo” a proposito dell’incontro di questo pomeriggio col Governo sammarinese. Le due delegazioni, spiega il sottosegretario di Vasco Errani, Alfredo Bertelli, “hanno approfondito i temi dell’accordo di programma tra Regione e San Marino”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet