Salvato un cucciolo di lupo


in collaborazione con Teleromagna20 FEB. 2009 – Si è presentato nel pomeriggio di ieri, magrissimo, spelacchiato, tremante, alla porta delle prime case di Rocca San Casciano, sulle pendici dell’Appennino forlivese. Alla vista di quel cucciolo di cane in molti si sono inteneriti e gli hanno gettato dei cibo, attirandolo sempre di più nel centro abitato. Ad un certo punto, però, un vecchio dall’occhio clinico non ha avuto dubbi: “ma quale cane, quello è un lupo!”. In pochi minuti la voce è corsa per tutto il paese, con decine di curiosi a osservare, a distanza, l’animale, sempre desideroso di colmare la sua evidentissima fame. Ben presto sul posto sono arrivati i carabinieri e i veterinari dell’Usl e sono iniziate le operazioni di cattura dell’animale. Il lupetto però, capita l’antifona, ha iniziato a mettere in pratica tutte le tattiche elusive di cui la sua razza va fiera, senza però allontanarsi dal centro abitato. Solo dopo un paio d’ore di inutili agguati il cucciolo è stato circondato in un cortile. Non facile la sua cattura, visti i denti aguzzi, ma alla fine i veterinari sono riusciti a bloccarlo e a sedarlo con una iniezione. Si tratta di un cucciolo di lupo di circa dieci mesi-un anno, molto denutrito. Probabilmente la fame e la ricerca di cibo gli deve aver fatto perdere i contatti col suo branco, costringendolo ad avvicinarsi all’uomo. Ora il cucciolo di lupo si trova al sicuro in un canile, dove viene rifocillato e curato. Appena tornato in forze sarà rilasciato nella zona appenninica in cui è stato trovato, con la speranza che possa riprendere contatto col branco e ritornare alla sua vita, grama, ma libera.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet