Sale a 11,5 milionil’utile netto di Granarolo


BOLOGNA, 28 FEB. 2013 – Si è chiuso con un utile netto consolidato pari a 11,5 milioni di euro, in rialzo del 5,5% rispetto ai 10,9 milioni dell’anno precedente, l’esercizio 2012 di Granarolo. I ricavi consolidati – si legge in una nota – hanno raggiunto i 922,6 milioni, in aumento dell’8,7% sugli 848,6 milioni del 2011. Il margine operativo lordo (Ebitda) è sostanzialmente in linea con i valori del 2011, attestandosi a 60,1 milioni rispetto ai 59,9 milioni dell’anno precedente mentre il margine operativo (Ebit) si è attestato a 27,2 milioni, in leggero aumento rispetto a 27 milioni del 2011. Il Cda, prosegue la nota del gruppo emiliano, proporrà all’assemblea dei soci di destinare l’utile di esercizio a riserva legale per 581.761,71 euro, a riserva straordinaria per 6.453.472,51 euro e a dividendi per 4.600.000 euro La posizione finanziaria netta al 31 dicembre 2012 si è attestata a 133,9 milioni di euro, in aumento di 15,6 milioni, mentre il patrimonio netto consolidato ha toccato quota a 182,4 milioni, contro 175,8 milioni al 31 dicembre 2011.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet