Saldi, sorride il 35% dei negozianti


Per il 35% dei commercianti dell’Emilia-Romagna nel primo weekend dei saldi – dal 4 al 6 gennaio – le vendite, rispetto allo scorso anno, sono aumentate. Per il 32% sono stabili, mentre il 33% parla di una diminuzione. E’ l’esito della rilevazione della Confesercenti regionale su un campione di negozi di abbigliamento e calzature.

Per quanto riguarda lo scontrino medio (il cui valore è intorno ai 61 euro) il 32% degli operatori lo indica in aumento, il 40% stabile e il 28% in diminuzione. La percentuale di sconto applicato in modo prevalente in questa prima fase di saldi va dal 20 al 50% e i negozianti che hanno tenuto aperta l’attività domenica 5 e lunedì 6 gennaio sono stati circa il 70% del totale, prevalentemente nei centri delle città.

“Questi dati forniscono un quadro abbastanza soddisfacente della situazione dato il momento economico che stiamo vivendo – ha scritto in una nota la Confesercenti – mettendo in evidenza che, nonostante il depotenziamento che i saldi hanno subito per effetto di promozioni continue che si svolgono in corso d’anno, essi mantengono una loro validità”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet