Saldi, “Moderata soddisfazione”


“Moderata soddisfazione”: questa è la reazione di Confcommercio ai risultati dei primi trenta giorni di saldi, durante i quali il 35% degli esercenti ha dichiarato vendite in aumento rispetto al periodo analogo dello scorso anno, mentre il 50% parla di risultati in linea e il 15% lamenta invece un calo. Bene le calzature, bilancio in chiaroscuro per l’abbigliamento. Per i commercianti il 37% degli avventori acquista solo per stretta necessità, rifiutando l’acquisto d’impulso, e il 22% dichiara esplicitamente di prestare grande attenzione al prezzo. L’ultimo dato riguarda la concorrenza degli acquisti online: problema manifestato dal 16% degli imprenditori intervistati da Confcommercio, che tuttavia torna a definire i saldi “un momento insostituibile in termini di fatturato per il commercio al dettaglio”.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet