Saldi al via


Passato il Capodanno, si apre la corsa ai saldi 2015! Da domani sabato 3 gennaio via agli sconti in tutti i negozi dell’Emilia-Romagna con ribassi su tutta la merce invernale dal 20 al 30%, a salire con il passare delle settimane per un totale di circa 60 giorni di svendite, fino al prossimo 5 marzo. Quest’anno si inizia con una settimana di anticipo rispetto al solito per rispondere alla difficile situazione economica, e sono tanti i negozi e le catene commerciali che, già nelle prime giornate dopo il Natale, hanno iniziato a praticare alcuni sconti, spesso annunciati ai clienti più affezionati via mail o sms. La speranza è quella di risollevare i consumi soprattutto nel settore dell’abbigliamento, uno dei più colpiti dalla crisi, dopo i dati incoraggianti che le spese per cenoni e pranzi di Natale e Capodanno hanno fatto registrare per quanto riguarda il settore alimentare. La giornata di domani, un sabato molto vicino alle festività, si annuncia dunque decisiva, e con il freddo, che spinge all’acquisto di capi invernali, e i tanti bolognesi che sono rimasti in città, l’auspicio è di registrare il tanto agognato segno più nelle vendite che rappresenterebbe un’inversione di tendenza anche se in questa tornata di saldi secondo le stime di Confcommercio ogni famiglia spenderà in media 330 euro per vestiti, calzature ed accessori. Il Codacons, invece, abbassa addirittura le previsioni a soli 180 euro a nucleo familiare. L’essenziale, però, resta tenersi lontano dalle cosiddette “truffe da vetrina”. Secondo l’Adiconsum che ha stilato un vademecum per i consumatori, bisogna diffidare delle promozioni esagerate, controllare che non sia esposta merce a prezzo pieno tra quella in saldo, provare sempre i capi prima di comprarli e non credere ai commercianti che rifiutano il pagamento via bancomat o carta di credito. Il decalogo di regole e consigli è sempre lo stesso: non fermarsi al primo negozio che pratica sconti, ma visitarne diversi per confrontare i prezzi. E i capi danneggiati devono essere cambiati.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet