Salame di felino, la produzione cresce


La produzione è cresciuta del 2%, attestandosi nel 2017 su un volume di 5,1 milioni di kg di carne lavorata. Ed è aumentata con la stessa percentuale anche il valore al consumo, con un fatturato di 72 milioni di euro nel 2017. Sono i numeri che premiano il Consorzio di tutela del Salame felino Igp, eccellenza salumiera della Food Valley Parmense. Per la distribuzione, anche nel 2017 la Gdo si è confermata il principale canale di commercializzazione, assorbendo il 65% della produzione. Segue, a distanza, il dettaglio tradizionale, che incide per circa il 25% del prodotto etichettato. Ad essere premiato dai consumatori è innanzitutto il Salame Felino IGP intero; in crescita il segmento del pre-affettato, che nel 2017 ha raggiunto il 20% della produzione: un riflesso delle mutate abitudini di consumo. Il Consorzio raggruppa 14 produttori: se si considera anche l’indotto, il comparto garantisce lavoro a oltre 500 persone nel territorio della Provincia di Parma. L’export è pari al 20% del turnover complessivo.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet