Saie al via, contro la crisi e contro Milano


BOLOGNA, 4 OTT. 2011 – Girerà tutto intorno al concetto di ecompatibilità l’edizione 2011 di Saie, il salone internazionale dell’edilizia in programma a BolognaFiere dal 5 all’8 ottobre. L’obiettivo degli organizzatori è dare più appeal al settore puntando sulle tecnologie e i materiali innovativi, per avanzare nella strada del risparmio energetico. Nel farlo, però, bisogna essere bravi a scansare un ostacolo chiamato Made Expo.Con un tempismo più che mai sospetto, domani apre i battenti anche il Milano Architettura Design Edilizia, manifestazione che contribuisce a creare una concorrenza quantomeno inopportuna in un momento di difficoltà come quello che stiamo attraversando. Ma che sembra non conoscere limiti. Sui viali del capoluogo emiliano-romagnolo campeggiano infatti da giorni le pubblicità del salone meneghino. E per rispondere all’affronto, il Saie ha restituito la visita nella città del Duomo tappezzando vagoni e stazioni della metro."In questo modo la fiera non è più al servizio della produzione industriale – ha fatto notare il presidente di BolognaFiere Duccio Campagnoli – ma risponde solo a logiche di mero interesse". E proprio per non tradire la missione originaria, l’offerta di Saie quest’anno si concentra più che mai sul prodotto. E lo fa articolandosi in tre aree tematiche: SAIENERGIA & Sostenibilità, SAIECANTIERE & Produzione e SAIESERVIZI per progettare e costruire, su cui si snodano i diversi percorsi espositivi.I contenuti della manifestazione si preannunciano di grande interesse, anche perchè il mondo delle costruzioni ha reagito al periodo di crisi congiunturale che lo ha colpito anche attraverso un significativo impulso in termini di innovazione del settore, soprattutto per quanto riguarda gli ambiti tecnologici, il potenziamento dell’integrazione tra prodotti e sistemi e il più veloce adeguamento delle tecnologie ai sistemi di grande attualità come la protezione antisismica e la sostenibilità.Il salone bolognese si conferma inoltre una vera e propria vetrina internazionale per i giovani talenti che abbiano voluto confrontarsi sul tema dell’innovazione e della sostenibilità in architettura, grazie al concorso "SAIESelection 2011. Innovare, Integrare, Costruire – Soluzioni innovative sostenibili”. Tra gli oltre 160 progetti provenienti da 20 paesi, la giuria internazionale, di altissimo profilo, ne ha selezionato 24, tre per ognuna delle due categorie (progettisti under 40 e studenti) e delle quattro sezioni (metallo&vetro, laterizio, legno e calcestruzzo). Il 5 ottobre i verrano premiati i vincitori.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet