Rosso Ferrari “da record” a Piazza Affari


Il raddoppio, ovvero quota 100 euro per azione in borsa, per la Ferrari è più che a portata di mano nell’anno del 70° dalla fondazione.
Ieri il titolo della rossa di Maranello ha segnato il Nuovo massimo sul Listino di Piazza Affari dopo la conferma del contratto per il campionato mondiale di Formula 1 di Kimi Raikkonen. Ha chiuso con un rialzo del 3,05% a 98,05 euro, tra scambi intensi per 1,02 milioni di pezzi, pari al doppio della vigilia e a fronte di una media giornaliera mensile di 881mila pezzi.
Nel 2018 Kimi Raikkonen sarà dunque al volante della Ferrari per la quinta stagione consecutiva, l’ottava in totale della carriera in Formula 1, esperienze intervallate da quella nel mondiale rally. Attesa nel weekend di Monza, Maranello ha anticipato a ieri la notizia che è stato rinnovato «l’accordo di collaborazione tecnico-agonistica» con il finlandese, 37 anni, l’ultimo ad aver conquistato il titolo piloti con la Ferrari, nel 2007.
In Borsa Ferrari segna così un bel +130% su base annua e cresce del 58% su base semestrale.
Anche l’andamento dell’ultimo mese, nonostante agosto, segna un + 15,15%.
Tutti dati che fanno dimenticare il prezzo minimo toccato a Milano il 12 gennaio di quest’anno a 54,40 euro per azione. Ferrari è in Borsa a Milano dal 4 gennaio 2016…. era entrata a 43 euro per azione. Arrivare a quota 100 euro sarà facile.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet