Rossi domina a Jerez e salta in testa al Mondiale


3 MAG 2009 – Un Gran Premio cominciato in salita e finito in trionfo. Valentino Rossi vince la sua prima gara del 2009 e torna a regnare sul Motomondiale grazie al successo nel Gran Premio di Spagna, dove il pubblico si aspettava ben altro spettacolo. L’attesa era infatti tutta per il ‘Clasico’ delle due ruote targato Jorge Lorenzo, che partiva in pole, al fianco del connazionale e ‘nemico’ di pista Dani Pedrosa. Niente derby spagnolo dunque, ma una rimonta inarrestabile fin dal via del campione del mondo della Yamaha, ora tornato leader della classifica generale con 65 punti contro i 54 di Stoner. Sul circuito di Jerez de la Frontera, Lorenzo parte male e ad andare subito in testa è l’altro spagnolo della Honda Pedrosa che può sfruttare gli spazi concessi da Stoner e Rossi e involarsi verso una possibile prima vittoria stagionale. Il pilota della Repsol Honda sembra avere un ritmo insostenibile per gli altri e inizia a fare il vuoto, mentre Rossi è impegnato a superare l’australiano della Ducati che difende con i denti la sua seconda posizione. Servono più di due tentativi al pesarese per avere ragione del rivale. Manca più di metà gara e inizia la sfida Pedrosa-Rossi, con l’italiano che inizialmente non sembra in grado di recuperare l’unico secondo che lo divide dalla prima piazza. Decimo dopo decimo l’aggancio arriva a sette giri dalla conclusione. L’attacco e il sorpasso non tardano nemmeno due curve e Rossi si ritrova solitario in pochissimi giri. A Rossi non resta che controllare la situazione fino al termine e conquistare in un solo colpo prima vittoria stagionale e la vetta della classifica generale. Rossi torna così sul primo gradino del podio dopo Sepang 2008 e può ora guardare gli avversari dall’alto dei suoi 65 punti in classifica, frutto di una vittoria e due secondi posti. Per Pedrosa si tratta del miglior risultato stagionale e del secondo podio consecutivo. Dietro, Stoner e Lorenzo si giocano la terza posizione, ma quando l’australiano della Ducati sembra ormai vicinissimo, il pilota della Fiat Yamaha perde aderenza con la sua M1 terminando la gara nella ghiaia di Jerez. Grandi prove per Randy de Puniet (LCR Honda) e Marco Melandri (Hayate Racing) rispettivamente quarto e quinto, mentre Capirossi conferma la sua sesta posizione di partenza completando la top six. "E’ bello vincere qui – ammette Rossi al termine della gara – è un Gran Premio fantastico, la moto oggi andava da Dio. E’ stata dura prendere Pedrosa, ma ce l’ho fatta". Il pilota della Yamaha spiega infine perché dopo aver tagliato il traguardo si é fermato poco dopo ad una toilette chimica a bordo pista: "erano passati dieci anni dal primo bagno, era l’anniversario. Me l’avevano detto che il bagno era lì, ma prima bisognava vincere….". Felice per il secondo posto conquistato dietro a Rossi lo spagnolo della Honda Dani Pedrosa: "é un risultato fantastico, sono contento di essere qui sul podio. Non mi aspettavo di avere l’opportunità di vincere la gara. Rossi è stato fortissimo, credo che ieri si è nascosto per non far vedere che era lui l’uomo della gara. Sono contento". (ANSA).

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet