Rossi al rientro arriva quarto, vince Pedrosa


DOMENICA 18 LUG 2010 – Valentino Rossi è tornato, e con lui è tornato lo spettacolo in MotoGp. Dopo alcune gare inguardabili, la classe regina del Motomondiale riscopre il suo personaggio più grande, capace di lottare fino all’ultimo giro per un posto sul podio, nonostante le precarie condizioni fisiche. Solo a poche curve dal termine, infatti, il Dottore ha dovuto arrendersi all’ennesimo sorpasso di Casey Stoner, con il quale aveva ingaggiato una lotta serratissima negli ultimi giri. Una piccola delusione, in una giornata che ancora una volta ha dimostrato il valore assoluto del pilota di Tavullia, capace di lottare con i primi anche con una gamba convalescente e una spalla non a posto.LA GARA – Al Sachsenring la gara è troncata in due. Nella prima parte di gara si forma un quartetto in testa, composto da Lorenzo, Pedrosa, Stoner e Dovizioso, che girano su tempi simili, inseguiti da lontano da Barbera e Rossi. Il Campione del Mondo avrebbe il passo di gara per lottare per il podio, ma è rallentato da Barbera e rimane attardato. La sorte però ha in serbo un ribaltone: al giro 9 De Puniet cade in uscita di curva, provocando la caduta anche di Bautista ed Espargaro. Ad avere la peggio è proprio il pilota francese: la diagnosi dopo i primi soccorsi è frattura scomposta di tibia e perone, lo stesso incidente sofferto da Rossi al Mugello.La gara viene sospesa per permettere ai commissari di pulire la pista dai detriti e dall’olio versato. Dopo circa mezz’ora si riparte: sulla griglia le moto si schierano con lo stesso ordine della prima partenza, con le defezioni dei tre piloti caduti e di Edwards, che si era già ritirato.ella seconda parte volano subito in fuga Pedrosa e Lorenzo. Il pilota Honda sembra avere un passo inarrivabile: dopo aver provato a stargli vicino per qualche giro, Lorenzo decide di lasciarlo andare e si accontenta del secondo posto, che gli permette di mantenere in classifica generale un vantaggio rassicurante di 47 punti. Dietro i due spagnoli c’è Stoner e poi, staccato di quasi due secondi, Rossi, attardatosi a causa di Simoncelli, che ne rallentava il passo. Una volta superato l’amico romagnolo, Rossi comincia una rimonta incredibile su Stoner e lo aggancia a 9 giri dalla fine. Da quel momento è vera lotta: i due piloti si sorpassano ad ogni giro, sempre in fondo al rettilineo più lungo. All’ultima tornata è Stoner a beffare il Rossi e a salire sul podio: poco male, l’importante è che Rossi sia di nuovo in pista.COSI’ ALL’ARRIVO – 1°Pedrosa, 2°Lorenzo, 3°Stoner, 4°Rossi, 5°Dovizioso, 6°Simoncelli, 7°Hayden, 8°Spies, 9°Barbera, 10°Melandri, 11°Capirossi, 12°De Angelis (ritarati: De Puniet, Bautista, Espargaro, Edwards e Kallio).

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet