Romagna: il regno delle banconote da 500 euro


In collaborazione con Teleromagna13 NOV. 2009 – Costituiscono ben il 36% degli euro "cartacei" in circolazione nei 16 paesi europei che lo hanno adottato, ma – nonostante ciò – di banconote da 500 se ne vedono molto poche nelle mani di noi italiani. E pensare che, secondo i dati Bankitalia, in circolazione ce ne sono addirittura di più rispetto al taglio da 50 euro. E allora dove finiscono tutte queste banconote dal colore violetto, raffiguranti architetture moderne? Secondo un rapporto riservato della Banca d’Italia sarebbero le preferite per il riciclaggio. Questo perchè, dato il loro alto valore, una sola valigetta riempita con banconote da 500 euro, significa una cifra attorno ai 5-6 milioni di euro. Lo studio ha poi analizzato un quesito significativo: quante banconote da 500 euro ci sono in circolazione per ogni 1000 abitanti nelle province italiane? Ebbene in questa classifica ai primi ci sono proprio le province confinanti con Svizzera e San Marino e cioè le province di Como e Lecco, con 1.177 banconote da 500 ogni 1000 abitanti, seguite a ruota dalle Province di Forlì-Cesena e Rimini, con 897 banconote ogni 1000 abitanti. Ecco perché, in Romagna, la Guardia di Finanza ha iniziato a registrare le targhe di tutti quelli che vanno e vengono dal Titano: per misurarne la capacità di trasporto economico e fare le dovute moltiplicazioni. Insomma, chi sta indagando su questo caso finanziario ha in mano elementi importanti: l’ipotesi di reato da perseguire, i mezzi di trasporto del denaro e i punti di arrivo e partenza delle presunte tratte del riciclaggio. L’obiettivo è trovare dove sono nascosti tutti questi 550milioni di banconote da 500 euro che nessuno ha mai visto in giro e, soprattutto, scoprire a chi appartengono.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet