Roberto Nuti: 50 annie un logo per celebrarli


BOLOGNA, 9 LUG. 2012 – Nota in oltre 80 Paesi per i prodotti a marchio SABO, la Roberto Nuti Spa si appresta a celebrare il mezzo secolo di attività. Per l’occasione, l’azienda bolognese presenta un logo celebrativo e un sito completamente rinnovato e unico in Italia a offrire una vasta gamma di contributi tecnici e multimediali dedicati all’ammortizzatore per veicolo industriale. Compiere mezzo secolo di attività, caratterizzata da una continua crescita, rappresenta un traguardo importante che sarà simbolicamente tagliato ad Automechanika 2012, fondamentale appuntamento biennale a Francoforte, dall’11 al 16 settembre, dove l’azienda presenterà anche una nuova linea di prodotti: le teste e i tiranti per lo sterzo e le sospensioni. Il logo celebrativo del giubileo è stato disegnato da Agnese Baruzzi, artista illustratrice nota a livello internazionale, ed è incentrato sull’italianità dell’azienda. Nella grafica compare una grande cifra «50» di colore azzurro: il colore del marchio Sabo e delle Nazionali sportive italiane. All’interno del numero compare la sigla «RNB», acronimo di Roberto Nuti Bologna, il nome più antico della Roberto Nuti Spa. Completa il logo la scritta «Genuine Italian brand», che dal 2012 accompagna l’immagine SABO, affiancandosi all’ormai storico "The Art of Technology"."La storia della nostra azienda – dice Massimo Nuti, direttore generale, è anche la storia della nostra famiglia e questa ricorrenza ci riempie di orgoglio e di riconoscenza nei confronti di mio padre, Roberto, e di tutte le persone che ci hanno accompagnato in questo cammino: i dipendenti, i collaboratori, gli agenti e, naturalmente, i nostri distributori, i meccanici e gli autisti. Tutte queste persone, professionisti del trasporto pesante, in tanti anni hanno dimostrato fiducia in noi e ci hanno stimolato a offrire un servizio e un prodotto sempre migliori. Ancora oggi abbiamo clienti che comprano Sabo dal primo giorno, e questa è una delle più grandi soddisfazioni che un imprenditore possa avere".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet