rn31/7/2013 Aeffe: perdita gruppo 1* sem migliora a 3,7 mln (4,3 mln 1* sem 2012)


rimini 31 luglio Aeffe ha chiuso il primo semestre con una perdita di
gruppo pari a 3,7 mln euro, in miglioramento rispetto ai -4,3 mln
registrati nello stesso periodo del 2012.

I ricavi consolidati, spiega una nota, si attestano a 122,9 mln (121,6
mln in 2012; +1% a/a), l’Ebitda e’ pari a 7,3 mln (7,1 mln in 2012; +3%
a/a) mentre l’Ebit e’ di 1 mln (0,3 mln in 2012). La perdita pre tasse si
attesta a 2,2 mln (-3,6 mln in 2012).

La situazione patrimoniale e finanziaria del Gruppo al 30 giugno mostra
un patrimonio netto di 126,5 mln e un indebitamento di 97 mln, rispetto ai
101,6 mln di giugno 2012 e agli 87,9 mln di fine 2012. L’incremento
rispetto a dicembre 2012 e’ dovuto sia alla stagionalita’ del business sia
agli investimenti che si sono concentrati nel corso del primo semestre
dell’anno; questi ultimi sono stati pari a 4,6 mln e si riferiscono
principalmente ad opere su beni di terzi per migliorie che hanno
interessato prevalentemente le ristrutturazioni delle boutique di Alberta
Ferretti a Roma e a Londra e di Moschino a Roma. Al 30 Giugno 2013, il
capitale circolante netto operativo risulta pari a 66,5 mln (26% dei
ricavi su base annua) rispetto ai 61,3 mln del 31 dicembre 2012 (24,1% dei
ricavi); l’incremento dell’incidenza del capitale circolante netto sui
ricavi e’ riferibile principalmente alla stagionalita’ del business e
all’aumento del fatturato.

Il numero dei negozi in franchising al 30 giugno rispetto al 31 dicembre
2012 e’ diminuito di 13 unita’. Questa variazione e’ sostanzialmente
spiegata dall’esclusione dei negozi a marchio Jpg, per il quale il
contratto di licenza con il gruppo Aeffe si e’ concluso con la stagione
Primavera/Estate 2013.

”Siamo particolarmente soddisfatti dei risultati conseguiti in Italia
nonostante l’evidente situazione di calo della domanda e le numerose sfide
che sta affrontando il Paese”, commenta Massimo Ferretti, presidente
esecutivo di Aeffe. “Reagiscono bene anche i mercati del Middle East- Far
East e Giappone nei quali cresciamo, rispettivamente, di oltre il 12% e
l’8% a cambi costanti e sui quali rimaniamo fortemente focalizzati. In
quest’ottica prevediamo di aprire 10 ulteriori punti vendita in Cina nel
secondo semestre. Durante la settimana della moda milanese, a settembre,
festeggeremo tra l’altro i 30 anni del marchio Moschino, con iniziative ad
hoc che ci attendiamo possano vivacizzare l’atmosfera specialmente presso
la nostra rete di boutique monomarca on-line e off-line”

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet