LEGACOOP. Ecomondo 2012: Il MIC vince il primo premio per il progetto più innovativo


RIMINI 9 NOVEMBRE Alla fiera internazionale di Ecomondo (Rimini), nell’ambito del Progetto Europeo FORT per la promozione della ricerca continua e l’applicazione della tecnologia, il MIC, il corso di alta formazione di Legacoop, si aggiudica il primo premio per la migliore business idea sui temi di edilizia sostenibile, risparmio energetico, nuovi materiali per l’edilizia, nuovi materiali per l’arredamento e la domotica.Sette i progetti in gara portati davanti ad una giuria internazionale: imprese ed università italiane e straniere a confronto per aggiudicarsi un cross-innovation voucher di 5.000 euro per l’acquisto di servizi messo a disposizione dal progetto Fort. Diversi i temi trattati: ingegneria di prodotto e di processo, nuove tecniche dell’abitare e nuovi sistemi di misurazione e controllo del calore ma anche housing sociale e benessere della persona.Due i progetti cooperativi realizzati in ambito MIC e presentati al convegno: RISE (Ristrutturazione Sociale Energetica) sul tema dell’abitare eco-sostenibile-sociale con capofila la cooperativa Abitcoop di Modena (Andrea Prampolini) e con Unieco (Michele Bergonzini), CCPL Energy (Andrea Biggi), CPL Concordia (Enrico Benetti), Gulliver (Livia Fraulini), Vita Futura (Emilio Bigi), CCFS (Federico Bertani), Coop Nord Est (Federica Sala).REGENERA (Essere e Benessere) sul tema del benessere della persona con capofila CCPL Gesta (Elena Castellini) e con CMB (Sandro Franzoso), Unieco (Francesco Ruini), CPL Concordia (Emanule Malavasi), Assicura (Federica Ferrari), CCPL (Morena Poggioli), Gulliver (Giulia Manzini), Biricca (Marino di Santo), Legacoop Parma- Coop Averla, (Andrea Volta), Legacoop Parma (Vanessa Sirocchi)A seguito delle sette presentazioni che strappano applausi e consensi dal tutto il pubblico, la giuria composta da esperti dell’innovazione italiani e stranieri, assegna il premio al progetto RISE riconoscendogli, oltre al valore imprenditoriale dell’abitare eco-sostenibile descritto in un dettagliato e completo piano industriale, un importante valore sociale che lo rende strategico ed innovativo per la comunità.Entusiastici i commenti dei giovani cooperatori del MIC presenti “Un’ulteriore occasione per dimostrare che la cooperazione sa essere innovativa mantenendo saldi i suoi valori sociali e solidaristici unendo la tradizione della risposta ai bisogni della comunità ai nuovi temi dell’ambiente e del risparmio energetico. Un bel momento vissuto a seguito di un percorso formativo che ci ha arricchito e reso più consapevoli. Un esempio di lavoro di grande collaborazione tra cooperative di dimensioni e settori diversi”.Un ringraziamento alle cooperative ed ai partecipanti anche dai presidenti di Legacoop Modena, Reggio Emilia e Parma “Siamo orgogliosi del lavoro che avete svolto con impegno e con professionalità. La cooperazione nel suo insieme rappresenta un modello economico attuale ed in continua evoluzione. In un momento così difficile per le nostre imprese è importante continuare ad impegnarsi sullo sviluppo di nuove idee e nuovi progetti.”

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet