CHIAMATA PER “ITALO”: VIENI A RIMINI L’appello di Federalberghi Emilia Romagna perché la nuova tratta dell’Alta Velocità di ITALO faccia tappa a Rimini


RIMINI 4 MAGGIO A pochi giorni dall’inaugurazione dei treni a gestione privata “ITALO”, la nuova Alta Velocità che collega la linea Milano-Napoli, Federalberghi Emilia Romagna, la più importante associazione regionale degli albergatori, avanza una richiesta precisa: inserire Rimini tra le città interessate dall’Alta Velocità.“Le notizie riguardanti l’avvio dell’operatività di ITALO avevano destato la speranza, negli operatori della costa Adriatica, di veder arrivare questo nuovo treno anche nella stazione ferroviaria di Rimini – afferma il Presidente di Federalberghi Emilia Romagna Alessandro Giorgetti. Potete quindi immaginare la delusione nell’aver constatato che ITALO servirà per ora solo a potenziare la linea Milano-Napoli, già abbondantemente presidiata”.“Lanciamo quindi un appello a ITALO – continua Giorgetti – affinché possa arrivare a collegare Bologna con Rimini. Una tratta da sempre sottovalutata dalle Ferrovie, una grave carenza che costringe milioni di turisti ad utilizzare un mezzo di trasporto obsoleto e non adatto a promuovere il nostro territorio”.“I turisti di oggi – prosegue ancora Giorgetti – devono invece poter contare su un sistema di collegamenti moderno che garantisca rapidità e puntualità, che completi la ricchissima offerta del nostro territorio e la renda sempre più fruibile, anche sulle medie distanze”.Insomma se, come dichiarato, ITALO nei prossimi mesi intensificherà e completerà il servizio, arrivando a collegare 9 città italiane e 12 stazioni, Rimini deve essere una di queste. “Crediamo che l’investimento fatto fino ad oggi sull’Alta Velocità – conclude Alessandro Giorgetti – non sarà davvero completo fino a quando questo sistema non sarà in grado di valorizzare, attraverso nuovi collegamenti, le potenzialità dei singoli territori”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet