MARR: l’Assemblea degli Azionisti approva il bilancio d’esercizio 2012


RIMINI 22 APRILE L’Assemblea degli Azionisti di MARR S.p.A. (Milano: MARR.MI),società leader in Italia nella commercializzazione e distribuzione di prodotti alimentari al foodservice, ha approvato oggi il bilancio d’esercizio 2012.Principali risultati consolidati dell’esercizio 2012L’esercizio 2012 si è chiuso con ricavi totali consolidati pari a 1.260,0 milioni di Euro, in aumento di circa 11 milioni (+0,9%) rispetto ai 1.249,2 milioni di Euro del 2011.L’EBITDA si è attestato a 90,1 milioni di Euro (91,8 nel 2011) e l’EBIT a 76,9 milioni (79,3 nel 2011), confermando, pur in un contesto complicato e grazie a un modello di business flessibile, i livelli di profittabilità operativa raggiunti.L’utile netto consolidato è stato pari a 48,9 milioni di Euro rispetto ai 49,6 del 2011 e ha beneficiato di 1,5 milioni di Euro di proventi non ricorrenti relativi al rimborso IRES, per gli anni dal 2007 al 2011, per la deducibilità dell’IRAP relativa al costo del lavoro.L’indebitamento finanziario netto a fine 2012 si è attestato a 165,2 milioni di Euro, rispetto ai 156,0 milioni dell’esercizio precedente e con un rapporto posizione finanziaria netta su EBITDA pari a 1,83 (era 1,70 a fine 2011 e 1,88 a fine 2010).Confermato il livello di generazione di cassa con un free cash flow prima dei dividendi di 33,5 milioni di Euro rispetto ai 33,8 milioni del 2011.Il patrimonio netto consolidato a fine esercizio è stato pari a 230,1 milioni di Euro (223,9 milioni di Euro nel 2011).Risultati della Capogruppo MARR S.p.A. e distribuzione del dividendoLa Capogruppo MARR S.p.A. ha realizzato ricavi totali per 1.160,3 milioni di Euro rispetto a 1.150,7 milioni di Euro del 2011 ed un utile netto di 48,8 milioni di Euro, in incremento rispetto ai 47,6 milioni di Euro del 2011.L’Assemblea ha approvato la distribuzione agli Azionisti di un dividendo lordo di 0,58 Euro per azione con stacco cedola (n. 9) il 27 maggio e pagamento il 30 maggio. L’utile non distribuito viene accantonato a Riserva.La cedola di 0,58 Euro evidenzia un incremento del 7,4% rispetto ai 0,54 Euro della cedola n.7 staccata il 28 maggio dell’anno scorso; il 5 luglio 2012 era stata messa in pagamento la cedola n.8 di 0,10 Euro erogata in occasione della ricorrenza dei 40 anni di attività di MARR.Evoluzione prevedibile della gestione I risultati del Gruppo nei primi tre mesi del 2013, seppure poco significativi per il loro contributo sull’intero esercizio, sono positivi e in particolare le vendite ai clienti della RistorazioneCommerciale e Collettiva hanno fatto registrare tassi di crescita migliori rispetto a quelli dell’esercizio 2012.Il Gruppo, nel percorso strategico di rafforzamento della propria leadership, nel 2013 sarà impegnato anche nel processo di integrazione delle attività di Scapa (acquisite lo scorso 23 febbraio) e di sviluppo delle relative sinergie.Il management della società conferma quindi i propri indirizzi volti a: rafforzare la propria presenza sul mercato, mantenere sotto controllo la gestione del capitale circolante netto commerciale e orientare il proprio modello di business per coniugare offerta di servizio e mantenimento dei livelli di redditività raggiunti.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet