RMI 2011: Riccione chiama i giovani stilisti


BOLOGNA, 11 MAR. 2011 – Anche quest’anno CNA Federmoda e il Comune di Riccione, sono i promotori del Concorso Nazionale Professione Moda Giovani Stilisti. La manifestazione – supportata anche dalla Camera di Commercio di Rimini – è ormai riconosciuta come una concreta opportunità offerta a giovani di talento per affermarsi nel comparto della moda italiana. La fase finale del Concorso è in programma dal 18 al 24 luglio 2011 a Riccione, che farà così ancora una volta da sfondo a quello che è divenuto un Concorso simbolo del settore moda; una chance offerta ai giovani stilisti, studenti provenienti dalle Scuole e Istituti pubblici e privati di moda, arte, stilismo e design. Un’occasione per accendere i riflettori sulle loro idee creative, giudicate da una prestigiosa commissione formata da stilisti e imprenditori a cui spetterà il compito di selezionare i 30 progetti finalisti. Anche per l’edizione 2011, si conferma la collaborazione di importanti Fiere di settore quali MICAM, MIPEL e di IACDE Italia. Con l’edizione di quest’anno un nuovo partner si affianca a RMI. Si tratta di LECTRA, che metterà a disposizione del vincitore assoluto, una licenza di utilizzo del software Kaledo e relativo corso di formazione. Novità interessanti anche nella sezione dedicata alla moda bimbo, lanciata nel 2010, che prevederà importanti azioni nell’ambito del contesto europeo con iniziative strettamente collegate a due progetti realizzati nell’ambito del Programma Leonardo e del 7° Programma Quadro della Commissione europea.La scadenza per l’invio delle candidature è fissata al 23 aprile 2011. Sette le sezioni in concorso a cui iscriversi: abbigliamento (sezione organizzata in collaborazione con il Gruppo Max Mara), abbigliamento bambino (in collaborazione con Children’s Fashion Europe e prevederà azioni del progetto braM realizzato nell’ambito del Programma Leonardo e del progetto Design4Children realizzato nell’ambito del 7° Programma Quadro della Commissione europea), pellicceria (realizzata in collaborazione con l’Associazione Italiana Pellicceria, Saga, Nafa e Black Nafa), maglieria (in collaborazione con Deanna Ferretti Veroni, Giovanni Cavagna e IAFIL – Industria Ambrosiana Filati), intimo/mare (con la collaborazione del Gruppo La Perla), “particolari d’autore” (sezione realizzata in collaborazione con la ditta Forza Giovane), accessori e calzature (in collaborazione con le fiere di settore MICAM e MIPEL) e il Premio Speciale – Premio Proposta Modellistica Patrocinato da IACDE Italia (International Association of Clothing Designers and Executive), oltre al Premio Il Filo che Unisce, trasversale a tutte le sezioni (in collaborazione con Helvetas – Associazione svizzera per la cooperazione internazionale). Confermata la collaborazione dei Gruppi Freudenberg e Guterman ai quali quest’anno, si aggiunge il supporto di Macpi.Vetrina e studio per le nuove promesse del settore, RMI impegnerà gli studenti selezionati in cinque  giorni di workshops ed esposizioni, con la  presenza di docenti del sistema moda; i finalisti verranno coinvolti in una serie di laboratori di fashion design. Nella serata finale del 23 luglio, la proclamazione dei vincitori offrirà la possibilità per i giovani stilisti di inserirsi, tramite borse di studio e formule di stage, presso griffe prestigiose. “La formula delle borse di studio affiancate a stage, lo stretto contatto che RMI, grazie a CNA, ha con il sistema delle imprese del settore moda, stanno creando grandi opportunità ai giovani che escono dalla manifestazione – spiega Antonio Franceschini, responsabile CNA Federmoda e direttore generale di RMI – Stiamo monitorando il posizionamento dei partecipanti alle ultime fasi finali del Concorso e la loro collocazione all’interno del sistema moda è di tutto rilievo”.Non solo concorso, RMI 2011 sarà anche un’ampia occasione di confronto con esperienze estere. Come ormai consuetudine, la settimana riccionese vedrà sulle passerelle giovani emergenti provenienti da numerosi Paesi. RMI 2011 sarà ancora una volta moda a 360°, sinonimo soprattutto di espressione e di creatività di un  Made in Italy che non tralascia di guardare al futuro incoraggiando e investendo su nuove promesse.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet