Ritrovato ordigno bellico nel piacentino, chiusa l’A1


PIACENZA, 28 APR. 2010 – Il ritrovamento di una bomba della seconda guerra mondiale in un campo in provincia di Lodi vicino all’autostrada del Sole ha portato alla chiusura del tratto fra le uscite di Piacenza Nord e Piacenza sud.La zona in cui è riaffiorato l’ordigno si trova in territorio Lodigiano, nella bassa boscaglia vicina al Po, non lontano dal ponte lungo l’autostrada che collega Emilia e Lombardia. Sono intervenuti artificieri, vigili del fuoco, polstrada e personale della Società Autostrade ed è stato deciso di far brillare subito l’ordigno sul posto.E’ stata anche stabilita una regolamentazione del traffico in entrata tra Milano sud e Piacenza nord in direzione di Bologna. Autostrade ha consigliato percorsi alternativi: in direzione di Bologna-Firenze la A7 in direzione Genova, poi la A21 in direzione di Piacenza con rientro in A1. In alternativa la A4 in direzione di Venezia, quindi la A21 con rientro a Piacenza. In direzione Milano i percorsi inversi.Le attività di disinnesco sono coordinate dal decimo reggimento genio guastatori di Cremona. Il colonnello Massimo Pendazzoli ai microfoni del Tg3 ha spiegato le caratteristiche dell’ordigno: una bomba d’aereo di circa 150 chili, di tipo incendiario. L’ordigno, che è stato trovato dal proprietario del terreno mentre stava arando, è danneggiato, dalla lacerazione fuoriesce una nuvola bianca provocata dal fosforo che a contatto con l’aria brucia. Per un esame più approfondito della bomba gli artificieri stanno aspettando che la nube cessi di fuoriuscire.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet