Risultati in significativo aumento nel 2018 per Porsche


Si chiude un anno molto positivo per la Casa di Stoccarda: nel 2018 il numero di veicoli consegnati da Porsche AG nel mondo è stato pari a 256.255 unità, attestandosi dunque a un livello superiore rispetto agli esercizi passati. Il risultato corrisponde a una crescita del quattro per cento rispetto alle cifre già da record dell’anno precedente. Fra le serie prodotte dalla Casa, quella che ha registrato l’incremento maggiore, pari al 38 per cento, è stata la Panamera, con 38.443 esemplari consegnati. Aumento a doppia cifra anche per la 911: nonostante il lancio della nuova generazione, il numero di vetture sportive consegnate è cresciuto del dieci per cento, raggiungendo le 35.573 unità. “Il fascino della 911 è più forte che mai,” ha commentato Detlev von Platen, membro del Consiglio di Amministrazione e responsabile Vendite e Marketing di Porsche AG. “La nuova 911 è stata solo recentemente presentata in anteprima mondiale al Salone dell’Auto di Los Angeles tenutosi a fine anno, eppure quella che è l’icona della nostra gamma di sportive ha nuovamente ispirato più clienti nel 2018 che nell’anno precedente.” La Macan si è confermata come modello di maggiore successo in termini di volume con 86.031 esemplari consegnati, superando di poco la Cayenne che ha chiuso l’anno con consegne pari a 71.458 unità.

Cina: ancora una volta il mercato più importante
Il mercato cinese si è mantenuto in pole position anche nel 2018 per quanto riguarda le vetture consegnate. La crescita su questo mercato ha raggiunto il dodici per cento, per un totale di 80.108 esemplari consegnati. Al secondo posto si attestano gli Stati Uniti, dove l’incremento è stato del tre per cento per un numero complessivo di 57.202 vetture. Le consegne in Europa hanno registrato un lieve calo rispetto ai risultati dell’anno precedente. “Nel quarto trimestre del 2018, il passaggio al nuovo ciclo di omologazione WLTP e l’introduzione dei filtri anti-particolato per motori a benzina ci hanno posto di fronte a importanti sfide in Europa, che continueranno a farsi sentire nel primo trimestre del 2019. A ciò si aggiunge il fatto che a febbraio 2018 abbiamo smesso di proporre modelli con motore diesel,” ha aggiunto Detlev von Platen.

Italia: il terzo mercato in Europa
In un mercato fortemente penalizzato negli ultimi mesi dalla scarsa disponibilità di prodotto conseguente all’introduzione di nuove normative sulle emissioni, e nonostante l’assenza del diesel a listino, la rete Porsche in Italia ha consegnato 5.290 vetture nel 2018, un numero che si avvicina alla performance record dell’anno precedente.
Grazie a questo risultato, l’Italia sale sul podio come terzo mercato in Europa, dopo Germania ed Inghilterra.

Riproduzione riservata © 2019 viaEmilianet