Risparmio energetico, anche noi ci illuminiamo di meno


BOLOGNA, 11 FEB. 2009 – Venerdì 13 febbraio torna, per il quinto anno consecutivo, "M’illumino di meno", la grande giornata di mobilitazione internazionale in nome del risparmio energetico organizzata dalla trasmissione Caterpillar di Radio 2 Rai in occasione dell’anniversario del protocollo di Kyoto. L’iniziativa, che come l’anno scorso ha ottenuto il patrocinio del Parlamento europeo, raggruppa le idee più interessanti e innovative, in Italia e all’estero, per razionalizzare i consumi d’energia e di risorse, dai piccoli gesti quotidiani agli accorgimenti tecnici che ognuno può declinare a proprio modo per tagliare gli sprechi. L’invito rivolto a tutti è quello di spegnere luci e dispositivi elettrici non indispensabili dalle ore 18 in poi. E i primi interruttori abbassati saranno quelli di edifici pubblici, monumenti ed esercizi commerciali, anche in Emilia-Romagna. La nostra Regione accompagnerà, infatti, la propria adesione a "M’illumino di meno" con numerose iniziative.Innanzitutto, verranno spenti dalle 13 alle 14 le luci e gli apparecchi negli uffici di Viale Aldo Moro, Viale Silvani e Via dei Mille, a Bologna. "Si tratta – spiega l’assessore all’Ambiente, Lino Zanichelli – di un gesto simbolico con cui la Regione intende unirsi a quanti si impegnano per l’ambiente e per il consumo razionale di energia. La pubblica amministrazione deve realizzare politiche efficaci contro l’inquinamento e i cambiamenti climatici, ma deve anche dare il buon esempio ai cittadini e consumatori offrendo loro informazioni e opportunità di risparmio concreto. Grazie alle misure intraprese nei trasporti, nell’industria, nell’edilizia, e con il contributo di tutti, contiamo di ottenere entro la fine del 2010 un risparmio di energia di circa 1 milione 700.000 tonnellate equivalenti di petrolio". Ma il contributo della Regione, che nella ristrutturazione della Torre di Viale Aldo Moro 30 sta adottando tecnologie verdi e un sistema capace di limitare il consumo di luce e riscaldamento rilevando le presenze all’interno degli uffici, non finisce qui. La giunta ha deciso infatti di favorire il car pooling tra i dipendenti regionali. Con questo obiettivo è stato creato il software TogetheR, consultabile on line, che facilita la formazione di equipaggi di più colleghi sulla stessa auto. Se poi i colleghi sono almeno tre, la Regione garantisce anche il posto auto gratuito nei propri parcheggi. Si chiama invece Sfrido la nuova collezione di block notes realizzata con gli scarti del Centro Stampa regionale, mentre ormai è in funzione da tempo il progetto Paper less per gestire on line documenti e pratiche, riducendo al minimo la stampa su carta. A Bologna, dove piazza Maggiore resterà spenta per alcuni minuti a partire dalle 18, c’è da segnalere anche l’iniziativa di Hera. L’azienda, infatti, regalerà ai clienti che si presenteranno agli sportelli commerciali di Viale Berti Pichat, dalle 9 fino ad esaurimento scorte, 500 lampade a basso consumo. Insieme alle lampade, i clienti riceveranno anche Herapiù, il periodico per i clienti, il cui ultimo numero è interamente dedicato a informazioni e consigli utili per ridurre gli sprechi e risparmiare. Per il secondo anno consecutivo, poi, Hera ripropone la campagna di comunicazione "Energia Positiva", rivolta ai dipendenti del Gruppo. Dalle 18 alle 19 di venerdì si spegneranno luci, stampanti, pc e tutti i dispositivi elettrici non indispensabili. "Un segnale ulteriore – sottolinea l’azienda – rispetto all’impegno che da due anni Hera porta avanti con iniziative e misure di risparmio energetico nelle sedi aziendali. Comportamenti e azioni che hanno permesso di diminuire i consumi di gas ed energia elettrica: solo lo scorso anno sono state ‘risparmiate’ all’ambiente circa 1733 tonnellate di CO2, pari all’emissione di un’auto di media cilindrata che abbia percorso 320.000 km". A Modena, invece, piazza Grande con il Duomo e la Ghirlandina rimarranno al buio dalle 18 alle 19.30 e in concomitanza si terrà la “Camminata a lume di candela” per le vie del centro, con distribuzione di materiale informativo. Inoltre, il centro commerciale GrandEmilia di Coop Estense ha adottato, nell’ambito della campagna "Impegno ecologico", le lampade a risparmio energetico e utilizza un falda sotterranea per l’irrigazione esterna, che presto sarà usata anche per gli scarichi delle toilette pubbliche. Nel 2008 questo ha permesso il risparmio del 26% dell’energia e di 8mila metri cubi d’acqua. Il "silenzio energetico" invocato da M’illumino di meno, al quale Caterpillar darà il via venerdì con una puntata in onda dalle 17 alle 18, attraverserà tutta l’Italia e l’Europa per spingersi oltreoceano. L’obiettivo è battere il record del 2008, quando in Italia – secondo i dati forniti da Terna – furono risparmiati 4 milioni di megawatt, pari al consumo di 7 milioni di lampadine. Nel nostro Paese resteranno spenti per alcuni minuti, dalle 18 in poi, il Colosseo, il Pantheon, Fontana di Trevi, le facciate di Camera, Senato, del Quirinale, del ministero dell’Ambiente e della Farnesina, la basilica di Superga e la Mole Antonelliana a Torino, piazza San Marco a Venezia, Palazzo Vecchio a Firenze, il Maschio Angioino a Napoli, il Duomo e piazza della Scala a Milano, il castello del Buonconsiglio a Trento. Ma centinaia di Comuni, grandi e piccoli, spegneranno le luci. E si illumineranno di meno anche decine di altre città in Germania, Spagna, Inghilterra, Romania, Libano, Lettonia, Slovenia, Malta, Cipro. Londra, per esempio, oscurerà la sede del Parlamento a Westminster e la cupola della cattedrale di St. Paul.Tra le novità di quest’anno, le adesioni di numerose aziende italiane e internazionali: oltre all’Eni, main sponsor della campagna, tra le altre Vodafone, Coop, Ibm, Ikea Milano, Epson Italia, Mc Donald’s e gli Accor Hotel. Ci saranno anche associazioni e sindacati, da Legambiente al Wwf Italia, da Federparchi a Cgil, Cisl e Uil, dalla Coldiretti a Slowfood. E anche emittenti come Bbc, radio Praga, radio Alma di Bruxelles e Radio San Marino, che faranno da eco alla manifestazione. "L’iniziativa è nata quasi per caso ma ha raggiunto ormai dimensioni imbarazzanti, coinvolgendo milioni di persone: stiamo quasi arrivando a Obama", ha scherzato Filippo Solibello, che conduce Caterpillar con Massimo Cirri, presentando la campagna. "E’ un momento difficile – ha aggiunto – per le crisi ambientale ed economica: il risparmio energetico è una risposta a entrambe". "Ci rende fieri l’idea – ha concluso Cirri – che attraverso i piccoli gesti si possa contribuire a produrre un cambiamento culturale". 

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet