Risorse per logistica e fluviomarittima


Ottocentomila euro per tre anni. Sono le risorse messe a disposizione dalla Regione per le aziende logistiche e fluviomarittime che trasportano le merci in Emilia-Romagna. I contributi sono previsti dal bando approvato dalla Giunta nei giorni scorsi, in attuazione della legge regionale10/14 che punta a ridurre l’inquinamento ambientale, incrementare la sicurezza della circolazione e riequilibrare il sistema di trasporto delle merci sviluppando il trasporto ferroviario, sia intermodale che tradizionale, e quello lungo le vie navigabili e del mare (mediante una compensazione della differenza dei costi del trasporto su strada a vantaggio degli utenti finali). “I benefici attesi con la nuova legge regionale e con questo bando – sottolinea l’assessore regionale a Mobilità e trasporti Alfredo Peri – consistono nel togliere dalle strade della Regione, nell’arco di tre anni, circa 80.000 veicoli pesanti diesel da 28 tonnellate. Sono risultati che si andranno ad aggiungere a quelli già ottenuti con la prima legge regionale del 2009 in materia di trasporto merci, che ci ha già consentito di incentivare in modo significativo il trasporto su ferro e di ridurre i consumi di energia di 4 volte rispetto a se le stesse merci fossero state trasportate su gomma. Si parla, in termini quantitativi, di risparmi di energia primaria di quasi 190 GWh, pari al consumo di circa 70.000 famiglie in un anno, cioè il consumo di una cittadina media di provincia”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet