Ripartiti i fondi del sisma: all’Emilia-Romagna il 95%


BOLOGNA, 4 LUG. 2012 – "Il Governo ha firmato oggi il Dpcm che riparte i 2,5 miliardi alle Regioni colpite dal sisma: il 95% all’Emilia-Romagna, il 4% alla Lombardia e l’1% al Veneto. E stabilisce inoltre contributi fino all’80% per i danni subiti e per il miglioramento sismico delle abitazioni dei cittadini, e la stessa cosa accadrà per le imprese nei prossimi giorni". Il presidente della Regione Emilia-Romagna e commissario alla ricostruzione Vasco Errani l’ha annunciato ieri sera dopo aver incontrato i sindaci delle zone colpite. In un incontro stampa tenuto a Bologna con il capo della Protezione civile nazionale, Franco Gabrielli, Errani ha precisato che il riparto alle tre Regioni é così stabilito "salvo conguaglio" dopo aver appurato tutti i danni. I 2,5 miliardi sono quelli già stabiliti per la ricostruzione: 500 milioni per il 2012, un miliardo nel 2013 e uno nel 2014. "Questo Dpcm – ha commentato Errani – è un elemento fondamentale per avviare la ricostruzione. Ci permette di pubblicare domani il bando per i moduli prefabbricati per le scuole, che permetteranno a 16.000 studenti di tornare in classe con la riapertura dell’anno scolastico, e questo è importantissimo".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet