Rinviata la decisione sui domiciliari per Tanzi


BOLOGNA, 13 FEB. 2012 – Sembrava già deciso che Calisto Tanzi dovesse rimanere in carcere. Invece, diversamente da quanto si era appreso in precedenza, il Tribunale di sorveglianza di Bologna non ha ancora preso decisioni sul precedente provvedimento annullato dalla Cassazione per la concessione dei domiciliari per motivi di salute a Calisto Tanzi. L’udienza per la trattazione di tale ricorso è fissata per il 6 marzo."Il tribunale di sorveglianza di Bologna, nella prossima udienza fissata per il 6 marzo dovrà tenere conto dell’annullamento disposto dalla Suprema Corte e quindi delle gravi condizioni di salute di Calisto Tanzi. Tali condizioni sono vieppiù aggravate e destano gravissimo allarme nei sanitari che lo hanno in cura". Lo ha dichiarato l’avvocato Giampiero Biancolella difensore dell’ex patron della Parmalat. "La Corte di Cassazione ha accolto il ricorso presentato dai difensori di Calisto Tanzi – ha aggiunto – annullando la decisione del tribunale di sorveglianza che non aveva tenuto conto del mutamento avvenuto, rispetto al primo originario diniego della detenzione domiciliare, delle aggravate condizioni di salute di Tanzi". Così l’avvocato Biancolella ha detto anche di non poter specificare oltre quali siano i mali di cui soffre Tanzi senza aver ottenuto il consenso preventivo della famiglia dell’ex imprenditore del latte.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet