Rinnovato l’integrativo a Grandi Salumifici Italiani


E’ stato firmato il rinnovo del contratto integrativo nella sede di Modena di Grandi Salumifici Italiani. L’accordo interessa circa 1.000 lavoratori tra dipendenti e atipici dei quattro stabilimenti di Modena, Reggio Emilia, Santa Fiora (Grosseto) e Brescello (Reggio Emilia). L’ipotesi di accordo è stata approvato dai dipendenti con il 97% di sì (75% la partecipazione al voto). Lo scrivono in una nota Flai-Cgil Fai-Cisl Uila-Uil di Modena, Reggio Emilia e Grosseto. I punti salienti per la parte retributiva riguardano il premio per obiettivi per il periodo 2018-2021 pari a 10.200 euro lordi collegati a parametri di qualità, produttività e redditività, e il welfare aziendale pari a &euro 800 netti per ogni lavoratore per il periodo 2018-2021 (200 euro/annui). Confermato il consolidamento in premio di produzione del 7% della media del premio effettivamente erogato al termine di ogni biennio. Definito anche l’incremento della maggiorazione per la flessibilità effettuata dal lunedì al venerdì. Istituita un’indennità forfettaria per la vestizione e svestizione degli indumenti di lavoro pari a 20 euro lordi mensili con incidenza sul calcolo del Tfr. I punti salienti per la parte normativa riguardano il mancato assorbimento delle ore di Rol calendarizzate e non fruite rispetto a quanto previsto dal contratto nazionale di lavoro, l’istituzione dello smart working per i lavoratori degli uffici (lavoro agile, lavoro a distanza, telelavoro). Inoltre, l’incremento del 5% della possibilità di trasformazione del lavoro da full time a part time (fino al 15% della forza lavoro), la stabilizzazione a tempo indeterminato di almeno 10 lavoratori con contratti atipici e trasformazione da part time a full time per sei lavoratori.

 

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet