Rimpasto in Regione: in giunta tre nuovi assessori


BOLOGNA, 2 MAR – Il presidente della Regione, Vasco Errani, ha rimpastato la Giunta dopo gli incarichi lasciati vacanti dalla morte di Paola Manzini, la candidatura di Flavio Delbono a sindaco di Bologna e l’uscita di Luigi Gilli dal proprio mandato. Dunque, precisa Errani in una dichiarazione, "affido la vicepresidenza alla professoressa Maria Giuseppina Muzzarelli, e con essa le deleghe relative all’Europa, alla cooperazione internazionale, alle pari opportunità. Affido al professor Giovanni Sedioli le deleghe relative a scuola, formazione, Università, lavoro. Infine affido a Gian Carlo Muzzarelli, consigliere regionale, le deleghe relative alla programmazione e sviluppo territoriale, cooperazione con il sistema delle autonomie, organizzazione".Maria Giuseppina Muzzarelli e Gian Carlo Muzzarelli non sono parenti: lei è professore straordinario in Storia medievale all’Università di Bologna, lui, consigliere regionale del Pd di Modena, è l’attuale presidente della commissione Territorio Ambiente Mobilità. Giovanni Sedioli è stato a lungo preside dell’istituto superiore Aldini Valeriani di Bologna."Le dimissioni del vicepresidente Flavio Delbono e la scomparsa dell’assessore Paola Manzini – precisa Errani nella dichiarazione – rendono necessario un riassetto della Giunta regionale, una compagine che ha dimostrato in questi anni un ottimo affiatamento ed ha lavorato con grande competenza e qualità al governo dell’Emilia-Romagna. Un tema ulteriore è posto dal fatto che l’assessore Luigi Gilli da alcuni mesi mi ha posto il problema di considerare esaurito (in termini ampiamente positivi, aggiungo) il proprio mandato su organizzazione, programmazione ed autonomie. Rivolgo un pensiero commosso e riconoscente a Paola Manzini, ringrazio di cuore Luigi Gilli e Flavio Delbono per la lunga e costruttiva collaborazione. Faremo tesoro dei risultati e dei successi per la Regione, legati al loro impegno ed al loro lavoro nei diversi ambiti". "Ad un anno dal termine della legislatura regionale – sottolinea il presidente – le scelte che avanzo sono fatte in piena autonomia, e di ciò ringrazio la coalizione che mi sostiene, e basate essenzialmente sui principi di qualità e competenza, valorizzando nei primi due casi esperienze professionali della società civile", ha rilevato riferendosi a Sedioli e alla professoressa Muzzarelli. Scelte che Errani ha comunicato, "ovviamente, dopo avere verificato la disponibilità degli interessati". Soddisfazione nel PdUn plauso generalizzato è arrivato dal Pd alle scelte compiute del presidente della Regione, Vasco Errani, per il previsto rimpasto della Giunta regionale. Il segretario regionale, Salvatore Caronna, sottolinea che sono "scelte di alto profilo, qualificate e competenti. Scelte che rafforzeranno il lavoro della Giunta regionale, dando un nuovo impulso al governo dell’Emilia-Romagna. Sono convinto che il presidente Errani abbia messo in campo una riorganizzazione positiva, con forti elementi di innovazione, che saprà affrontare con successo le sfide che la nostra Regione ha davanti a sé". Il segretario del Pd di Bologna, Andrea De Maria, ha espresso "grande soddisfazione" per i due assessori della città: la vicepresidente Giuseppina Muzzarelli e Giovanni Sedioli (deleghe a scuola, formazione, Università e lavoro), con i quali si è anche congratulato. Sono "figure di alto profilo e provata capacità, provenienti dalla societ‡ civile e molto legate alla comunità bolognese" – ha commentato – E’ "un segnale molto forte per il territorio di Bologna, che non possiamo che apprezzare": entrambi – ha aggiunto – "sapranno interpretare al meglio le istanze di tutto il territorio regionale, contribuendo a proseguire e sviluppare l’azione di buon governo della Giunta Errani".Un messaggio di congratulazioni è stato poi inviato dal segretario provinciale del Pd di Modena, Stefano Bonaccini, al neo assessore Gian Carlo Muzzarelli, con deleghe alla programmazione e sviluppo territoriale, cooperazione con il sistema delle autonomie, organizzazione. "La scelta del presidente Errani – detto Bonaccini – premia la capacità e la competenza dimostrate in questi anni da Muzzarelli nel suo lavoro di consigliere a favore della regione Emilia-Romagna e della comunità modenese. A lui vanno gli auguri più sinceri di buon lavoro, miei e di tutto il partito".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet