Rimozione amianto, 9 milioni per le imprese


In arrivo 9 milioni di euro di eco-incentivi per le imprese che rimuovono e smaltiscono l’amianto presente nei luoghi lavoro. Le risorse – messe a disposizione dalla Regione Emilia-Romagna, nel Piano di azione ambientale, attraverso un bando – puntano alla qualificazione ambientale e alla tutela dei lavoratori. A partire dal prossimo 23 settembre, una sorta di click-day, le imprese potranno effettuare la prenotazione online della domanda di contributo. L’iniziativa, già sperimentata negli anni scorsi, ha l’obiettivo di sostenere l’impegno di quelle aziende che mostrano di voler qualificare il proprio ambiente di lavoro attraverso la rimozione di coperture o coibentazioni contenenti cemento-amianto. Si tratta di contributi che verranno concessi secondo l’ordine cronologico di arrivo, verificando prima la documentazione progettuale completa che sarà richiesta unicamente a quelle imprese che Beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese e le grandi imprese. Saranno finanziabili gli interventi di rimozione e smaltimento dei manufatti contenenti amianto in matrice cementizia e/o resinosa presenti in immobili in cui si svolgono attività produttive, terziarie e commerciali, sedi di lavoro per i soggetti addetti a tali attività. I progetti presentati dovranno avere un costo complessivo ammissibile – esclusivamente riferito alle voci di rimozione e smaltimento amianto – non inferiore a € 50.000,00, quale limite minimo valido su cui applicare le percentuali di contribuzione in conto capitale previste. L’importo massimo concedibile di contributo è fissato a € 200.000,00 di cui una quota del 50% dovrà essere restituita a partire dal primo quinquennio dalla concessione per completare il rimborso entro i successivi cinque anni.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet