Rimini Fiera, tornano utili e dividendo. Su la redditività


Volumi d’affari, fatturati e redditività in crescita, debito azzerato e posizione finanziaria netta positiva di 4,7 milioni di euro nel 2016, distribuzione degli utili (3 milioni) a partire dal 2017. Il gruppo Rimini Fiera, dopo tre anni in perdita, torna a produrre utili e punta al consolidamento e allo sviluppo, presentando un business plan triennale (2014- 2016) che chiuderà con un indicatore Ebitda di redditività a 17 milioni e 569mila.

“La previsione di perdita nel 2013 di un milione e 900 euro migliora. La perdita registrata è solo di un milione”, ha esordito, all’incontro di presentazione del piano triennale, il presidente Rimini Fiera, Lorenzo Cagnoni. Elemento incoraggiante che si accentua con la previsione dei ricavi, come da business plan, pari a 67.990.593 euro nell’esercizio 2014 e di 76.544.056 nel 2015. Il piano triennale, poi, formula un’ipotesi di crescita nel 2016 pari al volume dei ricavi consolidati di 85.757.363 euro. In termini di redditività l’indice Ebitda del Gruppo salirà nel 2014 di 11 milioni e 563mila euro, di 12 milioni e 987 mila euro nel 2015, di 17 milioni e 569 mila euro nel 2016.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet