Ricostruzione, Emil Banca dona 90mila euro al comune di Visso


Sono stati consegnati al sindaco di Visso i 91 mila euro che Emil Banca ha raccolto tra soci, clienti e dipendenti per aiutare le popolazioni del Centro Italia colpite dal sisma del 2016. 43 mila euro arrivano dalle donazioni di soci e clienti e da quanto raccolto dai comitati soci in diverse iniziative. Circa 24 mila euro è, invece, il valore di quanto donato (anche sotto forma di ore lavoro) dai dipendenti e amministratori, cifra che Emil Banca ha poi raddoppiato.

L’assegno, intestato alla Pro Loco, è stato consegnato nelle mani di Giuliano Pazzaglini, sindaco di Visso, il Comune nei monti Sibillini che, a causa del sisma, ha avuto ben il 90 per cento delle strutture distrutte o gravemente danneggiate. Per creare opportunità lavorative e ricostruirci attorno la comunità Emil Banca, in accordo con l’amministrazione locale, ha deciso di finanziare la realizzazione di un piccolo centro commerciale costruito in legno dove, già durante la scorsa estate, i commercianti della zona hanno potuto riaprire le loro attività. Anche il secondo intervento finanziato da Emil Banca (ancora in fase di realizzazione) mira a creare nuove opportunità dopo le macerie, valorizzando le eccellenze presenti nella storia millenaria di questa zona. Il Comune di Visso è, infatti, proprietario di un archivio storico di grande valore, con pergamene del 1200 (tra cui manoscritti di Leopardi – tra gli altri 5 sonetti e 6 idilli, tra cui l’Infinito), che è stato messo in salvo e ora è custodito presso la soprintendenza di Ancona. Renderlo nuovamente fruibile, anche attraverso la sua digitalizzazione e valorizzazione, potrebbe suscitare interesse a livello nazionale e forte attrazione a livello turistico. Il Comune sta già progettando un edificio che sorgerà nella nuova piazza del paese, dove saranno esposti alcuni capolavori di grande valenza storico-culturale.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet