A Riccione hotel raddoppiano gli 80 euro del Governo Renzi


Per chi va in vacanza a Riccione (Rimini) gli 80 euro del governo Renzi raddoppiano. Il Consorzio Riccione Turismo (che associa 140 tra hotel, campeggi e residence ma anche spiagge e ristoranti) incrementa la cifra del decreto governativo trasformandola in buoni vacanza. Il funzionamento è semplice: chi prenoterà per almeno 7 notti negli hotel aderenti alla iniziativa (www.visitriccione.com/80euro) riceverà un buono da 80 euro a persona. A quel punto il turista potrà decidere se allungare la sua vacanza, trasformando il corrispondente importo in giorni gratis, o farsi emettere un buono vacanza per un soggiorno futuro. Il buono lo potrà perfino regalare ad un amico. Il turista dovrà però certificare che il suo reddito lordo nel 2013 è stato pari o inferiore a 26mila euro (basterà il reddito di uno solo degli occupanti della stanza). L’opportunità è aperta a tutti lavoratori (dipendenti e autonomi) ma anche ai pensionati, ed è valida per soggiorni prenotati e fruiti entro al 3 agosto. L’iniziativa è aperta anche alle prenotazioni di camere singole e il valore del buono cresce all’aumentale delle stelle dell’hotel. Il risparmio oscilla infatti da un minimo di 80 euro per una singola da 1-2 stelle, 120 per una singola 3 stelle, e arriva fino ai 320 previsti per chi si riserva una doppia o una tripla a 4-5 stelle. “Siamo orgogliosi di essere ancora una volta noi imprenditori turistici riccionesi a premiare gli Italiani che scelgono il nostro mare, le nostre spiagge, i nostri hotel – ha spiegato il presidente di Riccione Turismo, Stefano Giuliodori -. La vacanza al mare dovrebbe essere un diritto per tutti i lavoratori, per noi è un grande dovere di ospitalità. Vi aspettiamo a braccia aperte perché ogni vostro sorriso ci rende sempre più motivati ed appagati”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet