Ricavi consolidati per Ima


Ricavi consolidati a 374,2 milioni di euro, con una crescita del 14,3% rispetto ai 327,5 milioni dell’anno precedente, il primo semestre 2014 di Ima, gruppo bolognese quotato sul segmento Star di Piazza Affari e attivo nella progettazione e produzione di macchine automatiche per il processo e il confezionamento di prodotti farmaceutici, cosmetici, alimentari, tè e caffè. Il margine operativo lordo (Ebitda) – spiega una nota dell’azienda – si è attestato a 43,2 milioni (erano stati 42,2 nel 2013, mentre l’utile prima delle imposte ha raggiunto quota 27,8 milioni (30,8 l’anno precedente). Il portafoglio ordini consolidato ha raggiunto i 518,4 milioni, con una crescita del 16,5% rispetto ai 444,8 milioni al 30 giugno 2013. Per l’intero esercizio 2014 Ima stima ricavi in crescita a circa 850 milioni (760,9 al 31 dicembre 2013) e un margine operativo lordo (Ebitda) a circa 127 mln (113,3 al 31 dicembre 2013), oltre ad un miglioramento della posizione finanziaria netta. “I risultati del primo semestre, ampiamente attesi – osserva Alberto Vacchi, presidente e amministratore delegato di Ima – evidenziano una crescita dei ricavi e del portafoglio ordini consolidato, che garantisce il raggiungimento dei risultati previsti per il 2014. Inoltre siamo particolarmente orgogliosi, nell’ambito del piano di sviluppo organico del settore ‘single serve’, di aver sottoscritto un’importante partnership tecnologica con la multinazionale svizzera Nestlé, mirata allo sviluppo del settore ‘capsule’ di cui tale importante società è leader indiscussa”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet