Ricaricano il cellulare attaccandosi al contatore del vicino


in collaborazione con Teleromagna 17 GEN. 2009 – Tentato furto aggravato di energia elettrica per ricaricare il cellulare: è questo il reato per il quale due giovani fidanzati disoccupati, con diversi precedenti e sotto sfratto – un trentaduenne di Cervia e una ventottenne serba – hanno patteggiato una pena pecuniaria di 1.100. I due erano stati sorpresi e arrestati la sera del 3 gennaio scorso dai carabinieri a Castiglione di Cervia mentre, con tanto di cavetti, stavano provando a succhiare elettricità dal contatore del vicino, un foggiano di 38 anni.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet