ARCANGELI IN CINA CEDE IL MARCHIO VALLEVERDE A UN CINESE


RIMINI 3 MARZO In Cina Armando arcangeli, il numero uno del calzaturificio riminese Valleverde è andato tra i pionieri, nel 1999. In pochi anni ha dimostrato di poter conquistare una bella fetta di mercato e ha stretto i primi accordi con un partner locale.Ora a quel partner ha venduto il marchio per la Cina.Un grande affare per entrambi». Armando Arcangeli non ha dubbi sull’ accordo appena concluso: la cessione del marchio di calzature in Cina a un imprenditore locale, Wang Aokang. «È un uomo giovane, di 43 anni, ricchissimo e il suo è già un impero. In mano sua il marchio vola in un Paese che ha già superato l’ America». I rumors parlano di un’ operazione da circa 5 milioni più 5000mila euro dirititti annualiA Aokang è affidata la produzione per il mercato locale e quello che più conta, la commercializzazione. L’ imprenditore cinese ha già aperto 200 insegne Valleverde nella Terra del Dragone, a cui si aggiungono altre 100 vetrine di lusso «che vendono però il nostro prodotto made in Italy». “Accordi del geneer sono rari in Italia ma la strada è quella. Aokang produce 20 milioni dpaia di scarpe l’anno e fattura 4 miliardi di euro.Valleverde produce poco più di 2 milkioni di paia l’anno e fattura 60 milioni (in calo del 10% sul 2009).

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet