Rhex, l’accoglienzain fiera a Rimini


RIMINI, 21 FEB. 2013 – Sarà Rimini, una delle capitali italiane dell’accoglienza, a ospitare Rhex, il nuovo evento fieristico per il comparto Hotellerie-Restaurant-Café. L’appuntamento porterà dal 23 al 26 febbraio nella città romagnola oltre 500 buyer da tutto il mondo tra convegni, lezioni curate da professionisti internazionali e show culinari. Rhex ha il compito di rilanciare le esperienze di Sia Guest e Sapore in un solo grande appuntamento internazionale che raccoglierà innovazioni, soluzioni e tendenze del mercato offrendo un’importante vetrina per gli espositori dell’industria alberghiera, dell’ospitalità, della ristorazione e dell’intrattenimento. Tra le delegazioni di rilievo è prevista quello di Sbid – The Society of British Interior Design (750 studi di progettazione in tutto il Regno Unito), oltre ad EHMA – European Hotel Managers Association anch’essa presente con una delegazione. La fiera di Rimini sarà inevitabilmente anche l’occasione per una riflessione sulla situazione del comparto in questi anni di profonda crisi economica. In particolare Federalberghi, che patrocina Rhex, organizzerà un convegno, sabato mattina, dedicato a quella che definisco l’insostenibile pesantezza della burocrazia che soffoca le imprese turistiche. Ma se queste sono le note dolenti, Rhex dovrà essere anche l’occasione di un rilancio attraverso la valorizzazione delle eccellenze italiane: nelle quattro giornate della fiera è previsto un calendario di grandi eventi che valorizzano il miglior made in Italy del mondo dell’accoglienza. Rhex Innovation Award, ad esempio, premierà il tasso di innovazione delle nuove proposte del comparto Ho(tel)re(staurant)café presentate alla manifestazione; la sezione Green Hospitality, invece proporrà nuove soluzioni e servizi energetici per strutture ricettive in un’ottica di sostenibilità; nell’expo, infine, mostre firmate da importanti designer, con focus per le aree benessere. E poi gli eventi, con i mille barman impegnati in competizioni e le lezioni curate da professionisti internazionali; il tentativo di entrare nel Guinness dei Primati con il cappuccino più grande del mondo (2500 litri); il premio alla birra dell’anno; e gli show cooking dei grandi chef come Davide Oldani, Massimo Bottura, Sergio Mei, Marco Sacco, Andrea Aprea e Fabrizio Ferrari.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet